Animali: esentare IVA da cure veterinarie

0
966

Esentare dall’Iva almeno le prestazioni veterinarie ‘One Health’, ovvero quelle “obbligatorie per legge, quelle gia’ riconosciute Iva esenti se erogate dal Ssn, quelle di prevenzione delle zoonosi e di interesse pubblico in quanto sanitarie”.

A chiederlo e’ il consiglio direttivo dell’Anmvi (Associazione nazionale medici veterinari), che ha deliberato una serie di azioni urgenti sull’Iva, “elaborando proposte emendative per il Governo e il Parlamento da presentare al primo provvedimento utile, per riconsiderare il trattamento fiscale delle prestazioni veterinarie ai fini Iva. Si tratta di proposte emendative da inserire nella legislazione in essere o in itinere (Legge di stabilita’, Collegato allo sviluppo, Ddl Lorenzin, Decreto ministeriale) che verranno inoltrate all’attenzione del ministero della Salute e delle forze parlamentari”, spiega l’Anmvi. L’Anmvi dunque chiede, “attraverso formulazioni sorrette da solide basi giuridiche, un intervento legislativo per l’esenzione da Iva – in via prioritaria e urgente – almeno delle cosiddette prestazioni ‘One Health'”. Le formulazioni emendative si basano “sul riconoscimento della valenza sanitaria della prestazione veterinaria e sul riconoscimento del loro valore di interesse pubblico (facolta’ riconosciuta agli Stati membri dalla direttiva Iva comunitaria)”

(Fonte: Adnkronos)

LASCIA UN COMMENTO