Expo Milano 2015: l’esposizione universale dedicata all’alimentazione

expo 2015

Percorsi interattivi che fondono l’innovazione tecnologica all’alimentazione quelli organizzati per Expo 2015. Obiettivo: fame zero

È possibile assicurare a tutta l’umanità un’alimentazione buona, sana, sufficiente e sostenibile? Questa la domanda che Milano pone al pubblico in occasione dell’Expo 2015. L’originale tema scelto per l’ultima edizione dell’esposizione universale connette le tecnologie e l’innovazione, in cui il XXI secolo è immerso, al settore alimentare. E prende il titolo “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.

Un cucchiaio blu il simbolo scelto dall’Onu per l’evento. Un simbolo che ben si inserisce nel programma “Sfida Fame Zero” delle Nazioni Unite volto a eliminare il problema mai risolto della sottoalimentazione. E la sfida, dunque, si concretizzerà grazie a numerose installazioni: tanti cucchiai, disseminati nello spazio espositivo, che daranno vita a un percorso interattivo. Idea che ben si inserisce nel clima coinvolgente dell’esposizione milanese.

Expo Milano 2015 mette infatti a disposizione un milione di metri quadri di superficie in cui coinvolgere i milioni di visitatori previsti, attraverso approfondimenti e “viaggi” che permettano loro di scoprire culture e tradizioni culinarie di tutto il mondo.

Expo-Spot-Albanese

Ma facciamo ora un passo indietro. Necessario per capire cosa sia precisamente l’Expo e ogni quanto venga organizzato.

Come lascia intuire la parola stessa, l’Expo è un’esposizione universale, che si distingue però dalle classiche fiere visto il suo carattere non commerciale. Se la prima esposizione di questo tipo fu quella di Londra del 1851 – che vide la creazione del Crystal Palace – l’Expo più famoso rimane quello organizzato a Parigi nel 1889. Fu in quest’occasione che, per celebrare il centenario dalla rivoluzione, nacque quello che ancora oggi è il simbolo della Francia stessa: la Tour Eiffel. La storia delle esposizioni mondiali è dunque ricca di esempi. Ma qual è il senso profondo di questa evento internazionale?

Allestito ogni cinque anni in una città diversa, l’Expo è un’esperienza avvolgente, un luogo di conoscenza e sapere, il mondo riunito in un’unica città: Milano in questo caso. Il tema scelto per l’occasione varia di volta in volta a seconda di quello proposto dalla città ospitante. L’obiettivo di base rimane tuttavia uno: educare i visitatori presentando loro le sfide di fronte alle quali si trovano spesso nel mondo reale; sfide che, visto il loro carattere innovativo, potrebbero risultare difficili da interpretare individualmente. L’incontro tra città diverse a livello globale ha poi il ruolo di favorire la cooperazione internazionale e non invece di limitare l’evento a una mostra sull’evoluzione tecnologica di un dato paese.

https://www.youtube.com/watch?v=YuOFfELyk0U

Per sei mesi a partire dal 1 Maggio, dunque, Milano diventerà il palcoscenico di questo incontro.

LASCIA UN COMMENTO

Cristina Panzironi
Laureata in scienze della comunicazione (“ah si, scienze delle merendine!”) e iscritta alla specialistica, spero ancora di riuscire a vivere scrivendo. Continuamente di corsa, ma sempre con un libro in borsa a farmi compagnia; sempre pronta a farmi trascinare dagli entusiasmi e a imparare da chi me ne dà opportunità. Ecco come sono approdata nella squadra di Openmag.