Il Servizio Civile torna grande

0
1196

Tante novità in arrivo con il nuovo bando per il Servizio Civile 2015: più volontari ed Expo 2015

L’attesa sta per finire, l’uscita è infatti prevista per le prossime settimane quando quasi 50.000 ragazzi e ragazze potranno concorrere per uno dei 36.000 posti in Italia e dei 700 per l’estero. Cifre che fanno ben sperare per il futuro. Dopo il crollo di partenze negli anni passati, infatti, il 2015 segna un inversione di rotta: il nuovo bando sarà il più grande dal 2006 quando a partire erano stati oltre quaranta mila giovani. Potranno partecipare tutti coloro che hanno  un’età compresa tra i 18 e i 28 anni e che vorranno dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico inteso come impegno per il bene della comunità nazionale e quindi come valore di coesione sociale. Istituito con la legge 6 marzo 2001 numero 64, il servizio civile garantisce ai giovani una forte valenza educativa e formativa a livello personale e di cittadinanza attiva.

“Un’opportunità unica di solidarietà”  secondo Calogero Mauceri, capo del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile, che segna anche un passo positivo per il Governo Renzi che, secondo quanto sottolineano dal Dipartimento della Gioventù, si è posto l’obiettivo “di consentire, entro il 2017, a cento mila giovani di poter vivere un’esperienza di servizio civile nazionale”.
Ai 36.700 posti nazionali e per l’estero si aggiungeranno i 1.000 posti del servizio civile per ciechi e grandi invalidi (il cui bando per la progettazione scade il 16 marzo 2015), i 300 Corpi civili di pace e i 140 posti per un servizio civile ad hoc legato a Expo 2015 (scarica il bando). I ragazzi scelti saranno inseriti in due progetti mirati all’accoglienza e all’orientamento dei visitatori e alla propagazione dei valori relativi al tema EXPO Milano 2015 “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.
L’iniziativa è stata promossa dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale congiuntamente alla Società EXPO 2015 S.P.A, ed è stata finanziata interamente da quest’ultima con lo stanziamento di ottocento mila euro da distribuire mensilmente ai 140 giovani che lavoreranno sei mesi nel sito espositivo a Milano e gli altri sei negli enti promotori.

servizio-civile-logo

Chi sceglie di impegnarsi per dodici mesi nel Servizio civile volontario, sceglie di aggiungere un’esperienza qualificante al proprio bagaglio di conoscenze, spendibile nel corso della vita lavorativa, quando non diventa addirittura opportunità di lavoro, nel contempo assicura una sia pur minima autonomia economica.
“Il servizio civile nazionale crea senso di appartenenza alla propria comunità e di cittadinanza per un servizio prestato alle categorie di persone più deboli”,  ha detto il sottosegretario al ministero del Lavoro e delle Politiche sociali Luigi Bobba. “Ma oltre alla motivazione ideale c’è anche una motivazione di carattere formativo e professionale: acquisire competenze che poi possono essere investite nel percorso professionale. Per questo – ha aggiunto – stiamo mettendo a punto, un sistema di riconoscimento delle competenze acquisite durante il Servizio civile nazionale che farà parte del bagaglio culturale e professionale del giovane, utile anche per un accrescimento motivazionale e valoriale”.
Tutte le informazioni utili per partecipare verranno inserite nel sito ufficiale del servizio civile www.serviziocivile.gov.it .

A cura di Giusy Mercadante.

LASCIA UN COMMENTO