Festival dell’Oriente: iniziata l’XI edizione

Festival dell’Oriente: iniziata l’XI edizione

Dopo il successo dello scorso anno, il Festival dell’Oriente sbarca alla fiera di Roma con l’undicesima edizione

Secondo fine settimana all’insegna del Festival dell’Oriente, arrivato alla sua XI edizione. Dal 30 aprile al 3 maggio, si avrà ancora la possibilità di immergersi nel mondo dell’Estremo Oriente tanto amato da noi occidentali. Il complesso della Nuova Fiera di Roma accoglierà tutti, tra gli appassionati e i semplici curiosi, famiglie e ragazzi desiderosi di conoscere qualcosa in più. Quest’anno l’evento si svilupperà su tre padiglioni rispetto ai due degli anni passati, con un conseguente aumento degli stand e di attività. Avrà un doppio ingresso, non solo quello Nord, ma anche l’ingresso Est, che consentirà quindi di usufruire di due ampie zone di parcheggio.

L’Oriente, un mondo sicuramente affascinante, pieno di cultura e di spiritualità, di colori e di valori, di cui fanno parte molti paesi con la propria magica storia. Troveremo così la grande Cina, il Giappone, l’India, Thailandia e Indonesia, Tibet, Malesia, Corea, Nepal, Vietnam e tanti altri.

DSC_0411

Per avvicinarci a queste culture saranno presenti stand commerciali e bazar dove acquistare stoffe, gioielli antichi, tessuti, campane tibetane, olii essenziali, incensi e candele, oggetti da arredamento, vestiario, libri e spezie, kimono e sari indiani. Si potrà gustare la gastronomia tipica di ogni paese con 18 ristoranti, passare tra medicine naturali, massaggi, tarocchi e sciamani. Sono oltre 500 gli espositori di prodotti tipici proveniente da tutti i Paesi del magico Oriente.

Sui quattro palchi presenti all’interno dei padiglioni si sussegueranno contemporaneamente spettacoli folkloristici, combattimenti di arti marziali e cerimonie tradizionali. Non perdete la bellissima cerimonia del thè o la vestizione del kimono, due grandi usanze giapponesi, o i concerti di musica cinese, le danze bollywoodiane, le costruzioni dei mandala. Si seguiranno ininterrottamente 400 esibizioni, il calendario è davvero fitto.

danzadiiside

Per la durata della fiera sarà possibile provare qualunque cosa: yoga, kung-fu, tai-chi, ma anche calligrafia giapponese (shodo), composizione di fiori (Ikebana), o corso di sushi, Origami e Reiki (guarigione con energia spirituale attraverso le mani). Si potranno sperimentare gratuitamente anche terapie tradizionali olistiche, ayurveda, healing, fiori di bach, bio musica, meditazione.

Se per finire volete sapere qualcosa di più sul Karma, la reincarnazione, affinità di coppia o meditazione zen, saranno molto interessanti le conferenze e seminari che si tengono ogni giorno fino alla sera.

Il Festival dell’Oriente vi aspetta per passare una magnifica giornata. Dopo questo periodo nella capitale si sposterà a Milano e in seguito a Bologna.

a cura di Anastasia Angelini

LASCIA UN COMMENTO