Pro Loco per Expo: due giorni nella tradizione

Pro Loco per Expo: due giorni nella tradizione

by -
833
Pro Loco per Expo: due giorni nella tradizione

Il 15 e 16 luglio a Milano si terrà Pro Loco per Expo. Organizzato dall’UNPLI sarà l’occasione per aderire alla Carta di Milano e dar voce alle tradizioni.

Pro Loco per Expo è il nome dell’iniziativa che si terrà il 15 e il 16 luglio a Milano. L’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia (UNPLI) approfitterà dell’evento per aderire alla Carta di Milano, nata dal dibattito scatenato dal tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la vita” ed eredità culturale di Expo Milano 2015. Un documento partecipato e condiviso “che richiama ogni cittadino, associazione, impresa o istituzione ad assumersi le proprie responsabilità per garantire alle generazioni future di poter godere del diritto al cibo. Attraverso un percorso partecipato, infatti, i maggiori esperti italiani e internazionali hanno contribuito a identificare le principali questioni che interessano l’utilizzo sostenibile delle risorse del Pianeta”.

pro loco unpliEd è proprio dallo spirito generale di partecipazione e condivisione, alla base non solo del documento ma di Expo tutto, che nasce l’adesione alla Carta da parte dell’UNPLI. Come ha infatti affermato Pierluigi Mantini, Presidente onorario dell’Osservatorio Parlamentare Turismo, “l’adesione ufficiale delle Pro Loco d’Italia alla Carta di Milano sull’alimentazione, che sarà portata in tutte le sagre popolari, è un fatto di grande rilievo per il Paese. Le Pro Loco sono la più autentica espressione sociale delle tipicità italiane e dei valori di fondo di Expo 2015″. Toccherà proprio a Mantini aprire la due giorni di Pro Loco per Expo; Pro Loco per Expo che, dopo il saluto di benvenuto del Presidente onorario, lascerà spazio a dibattiti ed esibizioni folkloristiche.

Il 16 luglio sarà infatti la giornata in cui la delegazione UNPLI visiterà i padiglioni di Expo, dopo la sosta nel padiglione cinese in cui sarà accolta direttamente dal Presidente del Padiglione, il dottor Zhu Yuhua. La seconda e ultima giornata di Pro Loco per Expo si concluderà lasciando poi spazio all’esibizione di gruppi folkloristici, in un clima di perfetta immersione delle tradizioni culturali popolari di cui l’associazione Pro Loco d’Italia si fa portavoce. Due giorni ricchi, dunque, e una grande possibilità per le Pro Loco di dare prova degli elementi di innovazione da sfruttare concretamente nel futuro prossimo.

«L’idea dell’evento Pro Loco per Expo è nata considerando l’alto valore culturale e sociale della secolare attività delle nostre associazioni. Le Pro Loco italiane saranno a Milano in un’eccezionale vetrina internazionale in cui sarà possibile presentare la nuova progettazione di qualità, anche in termini di fruibilità e diffusione della cultura mediante tecnologie di ultima generazione» ha dichiarato il Presidente UNPLI Claudio Nardocci. Presidente che ha concluso richiamando lo spirito di partecipazione e condivisione già citato: “è con grande spirito di collaborazione che l’UNPLI mette a disposizione dell’ “Associazione Europea Vie Francigene”, Legautonomie e Città del Bio la propria rete, articolata nelle 6 mila associate presenti su tutto il territorio nazionale, al fine di diffondere e far conoscere le iniziative adottate”. Il locale che si riunisce per dare voce alle tradizioni in un contesto globale. Uno degli obiettivi di UNPLI, che sceglie il territorio di Expo, esposizione universale che fa di questo concetto il suo primo punto di forza.

LASCIA UN COMMENTO

Cristina Panzironi
Laureata in scienze della comunicazione (“ah si, scienze delle merendine!”) e iscritta alla specialistica, spero ancora di riuscire a vivere scrivendo. Continuamente di corsa, ma sempre con un libro in borsa a farmi compagnia; sempre pronta a farmi trascinare dagli entusiasmi e a imparare da chi me ne dà opportunità. Ecco come sono approdata nella squadra di Openmag.