Chayn Italia, la violenza si combatte anche sul web

Chayn Italia, la violenza si combatte anche sul web

by -
708
chayn italia

E’ nato Chayn Italia, piattaforma open source di sostegno e risposte per le vittime di maltrattamenti.

Molte donne vittime di violenza domestica o di genere, alla domanda sul perché non hanno denunciato i loro aguzzini, rispondono: «Non sapevo a chi rivolgermi e come procedere». Può sembrare un comportamento davvero ingenuo ma, nella maggior parte dei casi, questa risposta rispecchia la verità. Per timidezza o ignoranza, un buon numero di donne non si ribella a una situazione di violenza, incerto su come agire. E questo numero non accenna a diminuire, nonostante gli sforzi fatti per eliminare disparità e abusi.

Per far fronte a questo problema è nato Chayn Italia, una piattaforma sul web che viene incontro alle vittime di maltrattamenti. Chayn Italia nasce dall’incontro, avvenuto nel 2015 a Londra, di Elena Silvestrini -coordinatrice del sito- con Hera Hussain, fondatrice di Chain HQ. Hera Hussain, da sempre attenta alla situazione delle donne, ha creato anche Chayn Pakistan e Chain India, territori con un’alta percentuale di violenza sulle donne.

Durante la conversazione fra le due, Elena Silvestrini si è offerta di ampliare il progetto, sviluppandolo anche nel nostro Paese.

La novità portata da Chayn Italia è l’essere una piattaforma con contenuti open source, che possono cioè essere condivisi, copiati e addirittura modificati da chiunque. Caratteristica che rende il sito più facile da usare e gestire, ma soprattutto più fruibile e collaborativo. L’obiettivo principale è, infatti, quello di creare dei contatti tra le donne vittime di violenza, tra chi le ha subite in passato, e tra le esperte che si occupano di abusi e maltrattamenti. Si viene in questo modo a formare uno spazio di sostegno del tutto nuovo, una rete di donne per le donne, che trovano nel sito un posto libero da giudizi e un aiuto concreto da chi può capirle.

Perfino il logo rimarca il carattere partecipativo: un cerchio formato da donne diverse, pronte a descrivere la propria esperienza per gettare un’ancora a chi si trova in una situazione che non sa come gestire. Tutti possono partecipare alla gestione del sito, che ospita attualmente circa cinquanta volontarie.

Tra le rubriche proposte vi sono suggerimenti perlopiù pratici, che come le guide per capire se ci si trova in una situazione di violenza domestica, i consigli su come cercare di eliminarla, ma anche di emanciparsi, attraverso spiegazioni dettagliate su attività della vita quotidiana. Da come aprire un conto corrente a come gestire i risparmi.

Chayn Italia assume anche un ruolo importante nell’indirizzare le vittime di violenza verso i centri antri-violenza più vicini, attraverso la mappatura dei servizi presenti nel territorio.

Inoltre per sponsorizzare la piattaforma, domenica 17 aprile alla Casa Internazionale delle Donne di Roma, a partire dalle ore 15:00, verrà presentato il progetto con una tavola rotonda, a cui seguiranno una mostra e uno spettacolo teatrale.

LASCIA UN COMMENTO