Alessandra Nicita, la cantautrice rivelazione

Alessandra Nicita, la cantautrice rivelazione

by -
1383
Alessandra Nicita, la cantautrice rivelazione

Alessandra Nicita, cantautrice salentina, è in tour per promuovere Carolina Carolina (Edit Music Italy) e il videoclip girato con la modella e attrice Ariadna Romero.

Ora sta per incidere la versione il lingua spagnola del brano che l’ha fatta conoscere. Noi abbiamo incontrato Alessandra Nicita prima del lancio in America Latina e negli USA, ed ecco cosa ci ha raccontato.

Dall’incontro con Lucio Dalla, avvenuto nel 1997, all’esperienza di Casa Sanremo nel 2016. Ci racconta il suo percorso artistico?

La vita è straordinaria. Mi ero ripromessa che avrei continuato a cantare solo per me, invece poi è accaduto qualcosa che non so dire. Sono cambiata profondamente, e ho iniziato a scrivere canzoni meno tormentate. Lucio Dalla è stato un regalo nella mia esistenza e quando poi credi davvero in quello che fai le cose si muovono e vanno avanti, contro tutto e tutti. Io credo nella legge dell’attrazione. Un giorno ho deciso di raccogliere le prime poesie ed è nato così Sono stata molto delusa dai mirtilli. Poi il secondo libro, Arrivò l’amore e non fu colpa mia, poi Carolina Carolina, la canzone contro la discriminazione omosessuale. Per ogni lavoro si è delineata una strada, e su ogni strada sono cresciuta più forte e consapevole. Sanremo lo guardavo da piccola, non avrei potuto immaginare che ci avrei portato un brano a cui tengo molto.

Carolina Carolina, brano che racconta l’amore tra due donne, dopo appena un mese dalla sua uscita, è al 21°posto in Radio Italia International. Come nasce il testo?

Il testo nasce con la musica. Ho un motivetto che mi gira in testa, non mi lascia e mi costringe a prendere la chitarra. Inizio a cantare, sono senza una penna ma ho l’iPad per registrare. Capisco che devo continuare. In brevissimo tempo il testo è fatto.  Con naturalezza, senza alcuno sforzo, ma sopratutto con un contenuto che fa storcere il naso a chi pensa che l’amore omosessuale sia contro natura.

alessandra nicita

Con la fine della seconda scuola romana (Fabi, Gazzè, Silvestri) alcuni discografici sostengono che la canzone italiana d’autore sia definitivamente sepolta. Pensa che la crisi del cantautorato italiano vada a braccetto con un crollo ideologico dei valori?

Penso che non siamo più negli anni 60, che le cose cambiano e che la vita va avanti esattamente come va avanti la discografia. I miei cantanti preferiti sono ancora quelli che preferivo da piccola, De Andrè, De Gregori, Dalla, Vecchioni, e faccio molta fatica ad ascoltare musica diversa da questa, non perché non sia valida, ma semplicemente perché preferisco testi più impegnati e che hanno fatto la storia. Oggi ci sono giovani che hanno talenti eccezionali, ma io sono altrove, dove qualcuno reputa la musica che ascolto “storia antica”. Ahimè.

C’è una canzone che avrebbe voluto scrivere lei? Quale?

Magari solo una! Però se fossi costretta a scegliere, e costretta si fa per dire, sceglierei “Com’è profondo il mare”, di Dalla, per la superba bellezza e la profondità delle parole.

Ritiene che l’industria musicale sia in qualche modo  responsabile della creatività di un artista?

L ‘industria musicale è appunto un’industria che richiede un certo tipo di  suoni, di testi, di arrangiamenti, che sono in linea con i tempi che corrono. Oggi i giovani conoscono poco le canzoni che hanno segnato la vita delle vecchie generazioni, ma un’artista se è tale resta quello che è.  Certo è che in base ai suoi gusti e alle sue scelte musicali può incontrare più o meno difficoltà in un mondo dove in tanti cercano la fama.

Ci svela una curiosità? Quel bacio che si scambia con la Romero nel video sembra proprio vero….!

Bene! Mi sarebbe dispiaciuto se fosse venuto fuori un bacio poco credibile. A noi interessava che arrivasse un messaggio forte e chiaro

Progetti in cantiere?

Intanto la versione in spagnolo di “Carolina Carolina”, che sarà lanciata negli Stati Uniti e in America Latina. E poi altre sorprese….seguitemi e le scoprirete!!

LASCIA UN COMMENTO