Qui Nobraino, chi parla? Il nuovo album è un numero

Qui Nobraino, chi parla? Il nuovo album è un numero

by -
1086
qui nobraino, chi parla il nuovo album è un numero
Fonte: www.rollingstone.it

Ironia e genialità tornano nel nuovo album dei Nobraino, che ha come titolo un numero di telefono, attivo e funzionante. Parlare con la band? Da oggi si può!

NOBRAINO, band folk rock italiana formatasi nel 1996 a Riccione i cui membri Lorenzo Kruger (voce), Néstor Fabbri (chitarra) Davide Jr. Barbatosta  (tromba, chitarra, 2°voce)  Bartok (basso) Il Vix (batteria), hanno più volte affermato e dimostrato di essere affetti da “istrionismo cronico” che caratterizza tutta la loro produzione. Vi basterà ascoltare i loro album, in particolare “The Best Of” e “Disco d’oro”, per rendervi conto che la cifra stilistica dei Nobraino è estremamente ricca di generi e che con grande facilità la band riesce a passare dal folk al pop al rock senza mai però allontanarsi dal cantautorato d’autore.

Un’altra peculiarità che questa originalissima band può vantare più di tutte è la forte ironia che caratterizza non solo la loro musica ma soprattutto il loro modo di comunicare e di stare sul palco, chi li segue ricorderà senza dubbio il taglio di capelli del cantante Lorenzo Kruger durante il concerto del primo maggio a Roma.

La stessa genialità la troviamo nella loro ultima trovata. Il loro prossimo disco avrà infatti un titolo speciale, uno di quei titoli che sarà difficile memorizzare ma che in un modo o in un altro resterà impresso.

Qui Nobraino, chi parla?

“346 0608524” è questo il fantomatico nuovo album in uscita in autunno, un vero e proprio numero di telefono, funzionante, per poter chiamare la band durante il tour. In un comunicato stampa la band stessa ha spiegato il perché della bizzarra idea.

“Kruger per la prima volta cura la direzione artistica di un lavoro dei Nobraino cercando di fare incontrare la natura della band con una selezione di suoi testi più introspettivi del solito. Ne esce una cifra più definita per la musica del gruppo e al tempo stesso un lavoro testualmente più riflessivo. Serviva quindi un titolo che riunisse il senso dell’ironia dei Nobraino con il tono più personale dei testi e cosa c’è di più “personale” di un numero di telefono? E soprattutto: perché non usarlo? 

I Nobraino istituiranno quindi una vera e propria linea diretta col proprio pubblico, il numero di telefono sarà operativo dall’uscita del disco e chiunque potrà provare a chiamarli per comunicare con loro, salutarli, fare domande, complimenti e perché no insultarli. In un’epoca dove diventa sempre più facile nascondersi dietro una tastiera i Nobraino invertono la tendenza e ci mettono la faccia, anzi la voce. 

Tramite i loro canali social comunicheranno di volta in volta giorni e orari in cui poterli chiamare. Le ore in furgone durante il tour saranno sicuramente dedicate a questo genere di attività per cui aspettatevi annunci del tipo: “oggi dalle 14 alle 17 risponderemo alle vostre telefonate”..  Probabilmente saranno in viaggio per qualche concerto, in sottofondo il rumore dell’autostrada, mentre qualcuno risponde: “Qui Nobraino, chi parla?”

L’album

Attualmente in rotazione radiofonica c’è Vertigini il primo singolo estratto dall’album, un brano leggero sulla leggerezza.

L’album sarà un lavoro funk-funkrock; per la prima volta il gruppo abbandonerà l’eclettismo per concentrarsi su una forma stilistica definita. Il portamento di tutto il disco seguirà una linea coerente.
Anche nei testi si segnalerà un umore diverso, Lorenzo Kruger sarà meno scanzonato e meno canzonatorio. Ci sarà riflessione e intimità, i brani per la prima volta si intersecheranno fisionomicamente gli uni con gli altri.

L’uscita del singolo sarà accompagnata da una tournée breve di soli venti concerti per festeggiare i vent’anni di attività della band prima dell’uscita del sesto album. 

LASCIA UN COMMENTO

Chiara Parisi
Napoletana di nascita e romana di adozione, quasi laureata e quasi giunta a quell’età che le donne cominciano ad omettere. Appassionata (come più o meno tutti), di viaggi, libri e musica, fa parte di quella ristrettissima cerchia di nostalgici che comprano dischi e ascoltano il Trio Lescano. Romantica e sognatrice ha il solo desiderio di poter mangiare tutto senza ingrassare.