Dobbiamo dire addio a twitter?

Dobbiamo dire addio a twitter?

by -
640
Dobbiamo dire addio a twitter?

Dobbiamo veramente dire addio a twitter? Nelle ultime ore molte le novità che riguardano questo social network che non è mai riuscito ad arrivare ai livelli del competitor Facebook.

Addio a Twitter verrebbe da pensare leggendo le notizie che saltano alle cronache in queste ultime ore, dal blackout negli USA e in tutta la costa est del pacifico a poche ore dalle elezioni americane fino alla probabile scelta di togliere il social network collegato Vine.

Analizzando tutti i fatti, sicuramente quello che preoccupa maggiormente, è il black out che si è riscontrato tra le 6 e le 8 di mattina del 6 novembre e quindi a poche ore dall’apertura delle urne per le votazioni del presidente americano.  I malfunzionamenti sono stati registrati da Downdetector.com rilevando che il blocco è avvenuto dopo la mezzanotte sulla costa est degli Stati Uniti, in particolare nell’area di New York, e sulla costa ovest, in California.

Anche se il TwitterDown inizialmente era stato legato ad un possibile attacco informatico che ha spaventato gli elettori americani, Twitter ha annunciato che i malfunzionamenti erano semplicemente legati ad alcuni test effettuati dai loro tecnici. Ma allora come è possibile che anche il giorno seguente, il 7 novembre, anche Canada, Nuova Zelanda e Giappone hanno riscontrato gli stessi problemi?

Una curiosità per quanto riguarda Twitter uscita nelle ultime ore, sempre sulle elezioni americane, riguarda Donal Trump candidato alla presidenza americana. Sembra infatti che il suo staff stanco di dover controllare ogni tweet inviato dal candidato, abbia scelto di togliergli la gestione spesso incontrollata e a volte troppo colorita e controproducente, evitando così banali figuracce.

Sulla questione ha ironizzato il presidente uscente Barack Obama che ha dichiarato: “In questi ultimi giorni, visto che si fidano così poco del suo autocontrollo, hanno detto: ‘gli togliamo Twitter’ se qualcuno comincia a scrivere tweet alle tre del mattino perché Saturday Night Live ti ha fatto la parodia, allora non può gestire i codici nucleari“.

LASCIA UN COMMENTO