L’albero delle margherite, esuberanza messicana

L’albero delle margherite, esuberanza messicana

L’albero delle margherite, esuberanza messicana

Montanoa bipinnatifida, l’alberello delle margherite messicano che fiorisce in inverno; vigoroso, vuole solo terreni fertili e drenati.

In un momento dell’anno in cui le fioriture sono scarse, le margherite bianche che Montanoa bipinnatifida (famiglia Asteracee) schiude tra novembre e febbraio sono davvero un piacevole regalo per terrazzi e giardini.

Se uniamo all’insolita fioritura il fatto che abbia bellissime e grandi foglie incise, che ricordano quelle dell’acanto, lunghe fino a trenta centimetri, l’effetto scenico è assicurato.

Alla fioritura, con vistosi capolini di circa otto centimetri di diametro, fanno seguito dei frutti di forma particolari, gli acheni, con pappi sericei che aiutano la dispersione dei semi mediante vento.

Prima che venga messa a dimora però, è utile conoscerne la vigoria: è una specie che in piena terra tende a prendere spazio, con crescita difficile da contenere, anche fino a tre-quattro metri, per cui è adatta ai giardini medio-grandi, dove conviene riservarle una posizione assolata ed al riparo dai venti, perché ha fusti fragili.

La corteccia nell’arbusto giovane è verde chiaro, ma col tempo diventa marrone-grigiastra, ricoprendosi di lenticelle scure.

Da noi può di base essere coltivata nelle zone di crescita degli agrumi, anche nelle coste tirreniche da Roma in giù, tollerando qualche grado sotto lo zero termico per periodi non prolungati.

Richiede annaffiature abbondanti, specie nella stagione estiva, in quanto le grandi foglie sempreverdi sono molto traspiranti.

Se il terreno è particolarmente povero, in autunno è utile una concimazione organica come compost o letame pellettato.

Per quanto riguarda le potature, un taglio drastico, effettuato dopo la fioritura, contiene la crescita della pianta: con gli scarti stessa della potatura, si ricavano talee, che possono essere usate per la moltiplicazione.

Piante già pronte alla messa in dimora si trovano in commercio dai quindici euro in su circa, a seconda dell’altezza e del diametro.

LASCIA UN COMMENTO