Jackson Pollock: storia di una rivoluzione artistica

1
1167

Jackson Pollock: analisi della rivoluzione artistica grazie alla quale l’arte americana ha segnato una delle più importanti tappe della storia dell’arte contemporanea.

L’arte innovativa di Jackson Pollock è nata nel momento in cui gli Stati Uniti d’America hanno iniziato a rappresentare la propria arte in modo completamente distaccato dalla tradizione europea.

Quest’ultima infatti è stata per molto tempo “madre” della cultura americana. Tuttavia in seguito ai conflitti mondiali, la consapevolezza della crisi identitaria è stata per gli artisti americani una spinta per riuscire a trovare la giusta via con cui scindersi dalla cultura del vecchio continente. Nei primi anni del Novecento ha iniziato così a delinearsi sempre più dettagliatamente l’identità artistica americana.

È stato questo il momento in cui sono state poste le basi per la rivoluzione artistica dell’action painting di Pollock, una tecnica innovativa con cui dipingere che è parte integrante dell’Espressionismo astratto.

La rivoluzione identitaria americana

Nonostante già nei primi anni del Novecento la percezione della crisi identitaria sia stata forte, l’idea di perdita di sé in rapporto al nulla è nel secondo dopoguerra che ha trovato la sua dimensione. I conflitti mondiali hanno segnato la storia di intere generazioni ed eventi contingenti hanno reso possibile in America una vera e propria “scissione artistica”.

Questa rivoluzione identitaria degli artisti americani ha permesso la presa di coscienza della crisi dell’ Io, causata dalla sensazione di perdita dovuta ai conflitti politici. Eventi storici che hanno determinato un progressivo allontanamento dalla tradizione classica ed europea. In questo modo il concetto di scissione artistica vuole quindi indicare un’intera rivoluzione che ha portato in America alla nascita di una nuova consapevolezza dell’Io.

Questa forte e drastica posizione, che si pone in rapporto dialettico con l’Europa, ha visto la nascita di avanguardie veramente innovative. Tra le numerose correnti artistiche o movimenti culturali importanti di tale periodo storico, l’Espressionismo astratto di Jackson Pollock e la sua tecnica pittorica rivoluzionaria hanno permesso una vera scissione con la tradizione europea e una rivoluzione artistica che mai è stata possibile in precedenza.

La nascita dell’action painting di Pollock

In questo contesto storico e artistico di fermento culturale che si sviluppa l’Espressionismo astratto americano. Un movimento che ha influenzato fortemente le successive generazioni. In quegli anni nasce l’action painting di Jackson Pollock, parte integrante della corrente innovativa dell’Espressionismo astratto.

Pollock, trasferitosi a Long Island nel ’45, ha dato vita al suo laboratorio artistico. Uno spazio, costruito grazie ad una somma in denaro prestata da Peggy Guggenheim, dove questo artista ha reso possibile la rivoluzionaria tecnica della “Sgocciolatura”. Questa tecnica pittorica, in America conosciuta come Dripping, è una pittura spontanea basata sull’idea di far colare e quindi sgocciolare il colore sulla tela. Analizzando questo tipo di pittura si capisce quanto sia stata grande la rivoluzione di Pollock.

Questi ha infatti dato vita, passando giornate a camminare sul suo ballatoio a ritmo di musiche indiane in una sorta di rituale estatico, ad un nuovo modo di intendere la pittura. Con Pollock viene eliminato l’uso del cavalletto, vengono moltiplicati i punti di osservazione e di azione sull’opera d’arte. In breve, quest’artista ha scardinato l’idea tradizionale del modo di dipingere, permettendo all’opera artistica di divenire l’intreccio di una storia raccontata attraverso uno sguardo che gioca con l’idea del multiprospettivismo.

Le sue opere artistiche implicano l’elevazione dell’atto creativo a contenuto espressivo; questi ha considerato la tela uno spazio in cui i gesti e il risultato devono prendere forma nello stesso momento.

Quella effettuata da Pollock è stata una vera e propria scissione da ogni modello artistico precedente e un effettivo allontanamento dalla tradizione europea verso un’identità americana sempre più solida. In questo modo la scissione con la tradizione ha avuto luogo. L’allontanarsi dall’Europa grazie a Pollock ha visto l’arte americana liberarsi e superare i confini dello “statico”, entrando nel vortice della dinamicità artistica.

LASCIA UN COMMENTO

1 COMMENT

Comments are closed.