Romeow, unico cat bistrot della capitale

Romeow, unico cat bistrot della capitale

by -
746
Romeow, unico cat bistrot della capitale

Openmag vi porta oggi alla scoperta di Romeow, cat bistrot romano specializzato in cucina naturale, accompagnata da simpatici felini.

A Roma, zona Ostiense, a pochi passi da Gasometro, Romeow bistrot vi accoglie dal martedì alla domenica, dalla mattina alla sera, con fantastici piatti di cucina naturale, ed in compagnia di sei gatti (Romeow, Maos, Nino, Frida, Lamù e Irì) che liberamente circolano nel locale, con arredi dai legni colorati ed oggetti retrò.

2

Valentina de Matteis, gentilissima proprietaria, ci racconta come due anni fa nasceva quest’ idea, venuta al mondo in Giappone e diffusa ormai in Europa, ma innovativa in Italia.

IMG_4561

Con il socio Maurizio di Leta, adottati al gattile/onlus “luna di formaggio” i trovatelli, trova subito l’idea di adibire il locale a loro casa, con tanto di appoggini, tiragraffi e giochi, il tutto in un ambiente pulito e confortevole, non solo per i visitatori e commensali, ma soprattutto per i felini.

Le regole

Poche e semplici le  regole del bistrot: deve essere il micio a cercare le coccole, non il contraio; non fare foto col flash, dare loro da mangiare od introdurre altri animali nel locale.

La cucina è tutta naturale, a chilometro zero per i prodotti nostrani, chiaramente impossibile per prodotti tropicali come ananas, cocco ecc. ma comunque da filiale di provenienza equa e solidale.

La sera l’offerta è di tipo raw food, anche crudista.

Il menù segue ovviamente una stagionalità ed è quindi in continua evoluzione nel tempo, proponendo comunque sempre un approccio gluten free, grazie alla creativa originalità dello chef Filippo Rignanese.

Super consigliate, dopo averle provate: Orecchiette di grano arso su crema di fave, cime di rapa e pane mollicato croccante; gioco di sfere croccanti dai contrasti saporiti e colorati, ottime quelle con fagioli canellini, accompagnati da salsine; funghi Pleurotus al panko su guazzetto di passion fruit e lime e, non ultimi, i dolci, in particolare la Mousse di cioccolato con mandorle caramellate e caramello fatto con burro di mandorle e datteri.

Da segnalare infine che lo spazio è a disposizione per  l’organizzazione di eventi e presentazioni di libri.

LASCIA UN COMMENTO

Marco Scagliarini
Classe 1983, romano, laureato in scienze naturali (2009) e conservazione e divulgazione naturalistica (2011), lavoro come botanico e garden designer. Da sempre appassionato viscerale di viaggi e geografia, appena possibile metto piede su un mezzo di trasporto e vado alla scoperta del mondo. Amante della lettura, della buona cucina e della vita all’aria aperta.