Arte nei borghi del Lazio: la stravaganza di Calcata

Arte nei borghi del Lazio: la stravaganza di Calcata

by -
1838
Scoprire l’arte nei borghi del Lazio: la stravaganza di Calcata

Una giornata trascorsa a Calcata, alla scoperta della sua arte e delle sue uniche viuzze, significa vivere un’esperienza davvero magica e rilassante.

A non più di 45 km a nord di Roma si nasconde Calcata, un altro affascinante piccolo borgo del Lazio. Nonostante siano effettivamente pochi gli abitanti di questa cittadina, il suo apporto artistico non passa certo inosservato al turista che si inoltra tra le vie del paese. Infatti Calcata è una vera e propria realtà culturale, forte di un centro storico brulicante di gallerie d’arte in cui sono esposte le opere di artisti provenienti da tutto il mondo.

Passeggiare diventa, così, una continua scoperta: scorci, scale, vicoli e arte. Un borgo veramente romantico.

Borghi del Lazio: Calcata e la sua magia

La magia di Calcata si scorge appena varcate le sue mura, oltre queste si è infatti isolati dal mondo social. Internet non prende e così non ci sono davvero distrazioni a impedire di contemplare le bellezze di questa cittadina. Le case decadenti e le gallerie degli artisti che popolano il centro storico vi sorprenderanno infatti angolo dopo angolo.

Una tra le curiosità più note di Calcata è la “Porta Segreta”. Questa galleria d’arte, nata nel 1980, è unica perché è composta da ambienti scavati nel tufo dai Falisci-Etruschi diversi secoli fa. Una scala monumentale percorre interamente questi spazi grazie ai 62 gradini di cui è costituita. Tuttavia la visita si può effettuare solo su richiesta.

Calcata e “Opera Bosco”, il Museo d’Arte nella Natura

Calcata nasce nella Valle del Treja, dove oltre ai boschi è possibile passeggiare in un percorso d’arte immerso completamente nella natura. “Opera Bosco” è museo e laboratorio di arte contemporanea che nasce per essere uno spazio da vivere all’aperto. Nell’itinerario si scorgono installazioni costruite nel rispetto dell’ambiente. Gli artisti di Calcata hanno deciso infatti di costruire questo percorso espositivo utilizzando ciò che la natura ha da offrire. In questo modo ogni domenica e nei giorni festivi, dalle 11 fino al tramonto, è possibile addentrarsi nella valle del Treja e scoprire l’arte.

Passeggiare… Ma attenzione al caldo

Arrivare a Calcata non è un’impresa semplice come giungere in qualsiasi altro posto vicino Roma. Infatti dopo aver percorso in macchina circa 45 km, una volta arrivati bisogna parcheggiare il proprio veicolo in un’apposita zona. Purtroppo quest’ultima dista dal borgo una decina di minuti a piedi. Niente di impossibile, ma è sconsigliabile avventurarvisi d’estate sotto il sole battente, perché diventerebbe una camminata spiacevole. Aprile e maggio ci sembrano invece mesi ideali da  consigliare per visitare i vicoli di Calcata. Il fresco del vento e il tepore della primavera sono ottimi compagni per una gita nel viterbese come questa.

LASCIA UN COMMENTO