Hollywood Icons: seduzione e cinema a Roma

Hollywood Icons: seduzione e cinema a Roma

by -
842
Hollywood Icons: seduzione e cinema a Roma

Hollywood Icons, uno sguardo alternativo sul mondo del cinema, in mostra al Palazzo delle Esposizioni di Roma fino al 17 settembre.

Seducenti, imponenti e intriganti. Le star di Hollywood approdano con tutto il loro fascino alla mostra fotografica destinata ad accompagnare le “vacanze romane” di molti turisti e interessati. Sulla scalinata che conduce all’ingresso del Palazzo delle Esposizioni di Roma, dove la mostra sarà visitabile fino al 17 settembre, è infatti l’elegante immagine di Audrey Hepburn che attira lo sguardo del passante e lo invita a scoprire l’inebriante atmosfera di “ Hollywood Icons. Fotografie dalla Fondazione John Kobal ”.

161 ritratti, abilmente (e cronologicamente) disposti attraverso un percorso che lascia il caos circostante della città fuori dallo spazio espositivo. Così il visitatore è invitato ad immergersi nel bianco e nero di un viaggio che lo porta a rivivere una storia che celebra i grandi nomi del cinema attraverso gli sguardi e le pose che più gli rendono giustizia.

Da Charlie Chaplin a Marlene Dietrich, passando per la bellezza di Clark Gable, Cary Grant, Marlon Brando e Marilyn Monroe, Hollywood Icons propone non solo il racconto per immagini dell’industria cinematografica dagli anni ’20 ai ’60, ma anche una panoramica su chi ha reso indimenticabili le immagini dei divi: i fotografi di Hollywood.

Hollywood Icons: seduzione e cinema a Roma

Hollywood Icons: il “viaggio”

La prima sala è infatti un omaggio al lavoro “dietro le quinte”; quello di fotografi che con la loro arte hanno contribuito a creare personaggi e carriere d’oro delle stelle cinematografiche, con un focus sulla vita e il lavoro dello scrittore, giornalista e storico del cinema John Kobal (è infatti proprio grazie alla collezione messa a disposizione dalla John Kobal Foundation che nasce Hollywood Icons).

Così la storia si ribalta.

Ad accogliere il visitatore sono infatti immagini che mostrano il cinema dei primi anni del ‘900 attraverso gli occhi e il lavoro di più di 50 fotografi. Così, ad esempio, tra le foto ecco spuntare quella di Charles Boyer e Irene Dunne. Sull’immagine appaiono ancora le istruzioni per il ritoccatore incise a matita sui volti da Coburn, autore dello scatto: perfetta espressione di un lavoro che ancora non conosceva Photoshop, filtri digitali e modifiche a portata di click.Le foto pubblicitarie e vintage in formato 10×8 pollici, utilizzato nei primi anni del “divismo” per raggiungere fan e giornali di tutto il mondo, lasciano dopo la prima sala spazio ai ritratti più famosi e alle pose curate nei minimi dettagli.

Catturare l’istante. Il volto e la creazione del personaggio

Joan Crawford è l’emblema di quanto il lavoro del fotografo abbia influito nella creazione del personaggio: dopo i primi scatti che la ritraggono con un’espressione ingenua, che poco aveva a che fare con la seduzione e lo sguardo sicuro delle dive di quegli anni, è la ritrattista Ruth Harriet Louise a cambiare il suo destino. Con un lavoro di perfezionamento della sua immagine sullo schermo, la Crawford si trasformò così nella protagonista affermata e conosciuta degli anni Trenta, accompagnata in questa nuova fase dal fotografo George Hurrell. Da ragazza graziosa a grande bellezza fino a donna dal fascino perturbante.

Allo stesso modo si deve a Ernest Bachrach il merito di aver trasformato il viso lentigginoso e semplice di Katharine Hepburn in una delle ragazze più glamour e sofisticate della storia del cinema, ma anche dalla forte personalità.

Attraverso questo sguardo non convenzionale e coinvolgente, la “fabbrica delle stelle” riprende vita sul muro celeste pastello del Palazzo delle Esposizioni, in un mosaico di foto accompagnato da didascalie che contestualizzano l’immagine e luci che purtroppo non sempre rendono completa giustizia allo scatto.

Hollywood social

E, mentre ci si perde tra i volti e la memoria di pellicole che hanno fatto la storia, ci pensa il contest “Facce da Hollywood” a riportare il visitatore ai tempi di Instagram. Marlon Brando ed Elizabeth Taylor sono gli attori tra i quali scegliere per scattare la foto da postare poi su Facebook o Instagram con l’hashtag #HollywoodIcons. Agli autori delle tre foto che otterranno più like, dal 17 settembre, verrà regalata una membership card del Palazzo delle Esposizioni.

È Hollywood, bellezza.

LASCIA UN COMMENTO