TWD: novità e guai nel 6° episodio “The King, the Widow and...

TWD: novità e guai nel 6° episodio “The King, the Widow and Rick”

TWD: novità e guai nel 6° episodio

TWD: superlativi Negan e Gabriel nell’ultimo episodio di The Walking Dead e nel 6° episodio in onda domenica 26 vedremo novità e tanti ma tanti guai.

 

Il quinto episodio di TWD finalmente da una risposta alla domanda “Che fine hanno fatto Negan e Gabriel?”. Se la sono cavata, dando anche modo di esaltare le doti dei due attori, Jeffrey Dean Morgan e Seth Gilliam.

L’incipit ci mostra un breve riassunto mostrando Gregory nelle vesti di frustrato doppiogiochista, preso in giro da Negan & Co prima di subire l’attacco degli alleati. Appare chiaro sin da subito che quello che vedremo sarà un episodio di approfondimento sul leader dei Saviors.

La trama

Due filoni narrativi in quest’episodio di TWD:
il flashback con Negan e Gabriel nel camper e alle prese con un esercito di zombie; i saviors, in un flashforward, privi del loro leader e alle prese con problemi gestionali tipici di un popolo privo di guida politica.

Negan non solo è un leader dalle capacità invidiabili ma è anche un politico esperto in grado di creare una comunità mettendo insieme risorse umane (“gli esseri umani sono una risorsa!”, ripete spesso in questo episodio) con punti di vista, abitudini e stili di vita totalmente diversi tra loro.

Riusciamo a conoscerlo meglio grazie a Gabriel, riscopertosi nuovamente prete e in grado di farsi raccontare persino i problemi di cuore di Negan che, inevitabilmente, ci appare più umano di Rick quando ricorda che Alexandria ha ucciso i Saviors mentre dormivano.

Si gioca dunque ancora col dualismo tra bene e male, impossibile comprendere chi sia il vero cattivo. C’è una guerra, non c’è posto per i buoni.

La strana coppia si salva dagli zombie usando la tecnica delle viscere: ci si ricopre di resti di alcuni zombie e si passa in mezzo a loro quasi indisturbati. Quasi.

Negan non perde tempo a farci comprendere il suo punto di vista:
uccidere le persone giuste nel modo più sbagliato possibile mentre gli altri guardano. E’ così che riesce a governare. E’ così che è diventato temibile e rispettato da tutti. Fa ciò che si deve fare senza porsi tante domande.

Rick, Daryl e le armi

Tolti di mezzo Negan e Gabriel che hanno ormai raggiunto gli altri Saviors che, in ginocchio, ascoltano le parole del loro leader (foto copertina), l’attenzione si sposta su Rick e Daryl. L’argomento è il solito, uccidere tutti o pensare solo a vincere la guerra.

I due litigano. Fin quando non si accorgono che la dinamite sta per esplodere. La scena diventare surreale, dissacrante e ironica. Ecco le loro facce.

Ci sarà spazio anche per Eugene e i suoi cetriolini, per Dwight e i Saviors che hanno ormai compreso di avere una spia al loro interno e per aprire nuovi scenari in vista del 6° episodio con protagonisti gli alleati (The Kingdom, Hilltop e Alexandria) e probabilmente anche la comunità della “discarica“, stranamente scomparsa.

La domanda che ci poniamo è cosa accadrà a Gabriel e cosa farà Negan per avitare di avere altri morti, avendo ormai preso atto che questa guerra piace, è iniziata ed è voluta solo da Rick & Co?

LASCIA UN COMMENTO