La fabbrica museo del Cioccolato sbarca a Roma

La fabbrica museo del Cioccolato sbarca a Roma

by -
87
FABBRICA_MUSEO DEL CIOCCOLATO

Il cioccolato, con i suoi 4mila anni di storia, sbarca nella Capitale, alla Fiera di Roma, con un vero e proprio parco tematico.

Al latte, con le nocciole, fondente, al peperoncino, all’arancia e chi più ne ha più ne metta. Per i golosi italiani non c’è più scampo né dieta che tenga! Le popolazioni precolombiane lo consideravano il ‘cibo degli dei’ e gli aztechi lo usavano per comprare le schiave. Recenti ricerche scientifiche hanno dimostrato che il cioccolato è l’ingrediente della felicità perché libera endorfine e fa bene all’umore. Addirittura, per gli studiosi della Boston University e dell’università di Harward, l’appetitosa tavoletta allungherebbe la vita, grazie ai polifenoli del cacao che agiscono come antiossidanti. Chi non ha mai visto poi ‘La fabbrica del cioccolato’ di Tim Burton con un memorabile Johnny Depp come protagonista? Ora il film è realtà.

Il parco

Ha aperto alla Fiera di Roma (in collaborazione con Eurochocolate ed Helexpo, il principale soggetto fieristico greco) la “Fabbrica-Museo del Cioccolato”: un vero e proprio paradiso dei golosi realizzato per promuovere la cultura del cacao e del cioccolato attraverso un linguaggio immediato e coinvolgente. In cartellone, fino al 18 febbraio un calendario ricco di eventi con degustazioni, corsi di preparazione, appuntamenti con esperti, chef e produttori che condurranno il visitatore in un viaggio alla scoperta dei segreti del gusto e delle antiche ricette.

Le attrazioni

Tra passioni e sapori, potranno trovare venti monumenti in versione golosa, uno per ogni regione d’Italia, dal Duomo di Milano a San Marco di Venezia, dalla Torre di Pisa al nostro Colosseo, e un’enorme cascata di 1.200 litri di cioccolato liquido (la più grande d’Europa).
Per immergere il visitatore in un’esperienza che stimola i cinque sensi, non potranno mancare le passeggiate tra le rovine dei templi Incas frutto, insieme alla vegetazione, di una speciale ricostruzione che rende possibile percepire il caldo e l’umidità della giungla amazzonica. E ancora, per rendere l’esperienza completa e avvincente, la fabbrica ospiterà il labirinto, l’angolo del face painting per i più piccoli, e la mostra degli strumenti musicali, rigorosamente in cioccolato anche questi. Spazio anche agli eventi collaterali con concerti, spettacoli e un grande mercato con ogni varietà di cioccolato.

Insomma, tre lunghi mesi di dolcezza assicurati. Non resta che farsi tentare!

 

LASCIA UN COMMENTO