ENJOY: realtà concentrata ed esplosione di creatività

ENJOY: realtà concentrata ed esplosione di creatività

ENJOY realtà concentrata ed esplosione di creatività

Il Chiostro del Bramante ci riprova. Dopo il successo di LOVE, arriva ENJOY. Un percorso interattivo e personalizzabile alla scoperta dell’arte, del piacere e del divertimento.

L’arte è scelta… Una nostra scelta”, ripete la voce che esce dalle cuffie dell’audioguida. Ed “ENJOY. L’arte incontra il divertimento inizia proprio con una decisione da prendere: da chi farsi accompagnare in questo percorso alla riscoperta del proprio Io? Perché se giocare sembra esser da sempre prerogativa del bambino, riscoprire il piacere del divertimento è invece un processo che aiuta a crescere anche l’adulto più rigido.

Così in modo allegro e stravagante l’arte proposta in ENJOY, visitabile al Chiostro del Bramante fino al 25 febbraio 2018, passa nelle mani dello spettatore. Sta a lui a scegliere su cosa soffermarsi, di quale opera diventare il protagonista e decidere fino a che punto accogliere l’interattività dell’esposizione. Una personalizzazione dell’esperienza che parte già all’ingresso. Qui, dopo aver ammirato e “calpestato” i vivaci fiori impressi sul pavimento, arriva il momento di scegliere la voce che ci accompagnerà tra sale colorate, opere irriverenti e idee innovative.

ENJOY realtà concentrata ed esplosione di creatività
Foto di Francesca Cerciello

ENJOY sembra esser il proseguimento e il miglioramento dell’impostazione sperimentata (con successo) nella precedente mostra LOVE. Mentre LOVE lasciava lo spettatore vagare tra sale, luci e opere, ENJOY è un piccolo viaggio. Un itinerario fatto di creatività, linguaggi diversi e nuovi modi di vivere la realtà. Una realtà all’interno della quale possiamo trovarne tante altre.

In questo contesto si inseriscono artisti eccentrici, icone del secolo scorso e del nuovo millenni, le cui opere sono legate impercettibilmente da una caratteristica tuttavia centrale: quella di perdersi nell’arte.

Perdersi.. E (ri)conoscersi

Così, tra una torta a grandezza d’uomo adagiata sul pavimento e una stanza piena di palloncini, sorrisi e divertimento si mescolano con riflessioni sul mondo che ci circonda, sulle stravaganze che ci appaiono ordinarie e sulla società delle immagini nella quale ci troviamo a vivere. Il futuro parte spesso da idee nate giocando e dalla semplice voglia di divertirsi, ci dicono le opere di Jean Tinguely, un visionario in un mondo caotico.

ENJOY realtà concentrata ed esplosione di creatività
Hans Op De Beeck, After the gathering Viewer photo credit Francesca Cerciello

Ma i colori non bastano a far vivere tutta l’esperienza che ENJOY propone al suo pubblico curioso e avido di scoprire ciò che talvolta non è facile cogliere. Così lo spettatore viene risucchiato da passaggi “segreti” e occhi che lo scrutano. In questo modo gli occhi non restituiscono più solo l’immagine poetica di uno sguardo che è specchio dell’anima. Al loro interno appaiono immagini di una società che ci osserva e ci trasforma. E allora chiuderli e mettersi a pensare assume un nuovo sapore.

ENJOY realtà concentrata ed esplosione di creatività
Tony Oursler, eyeball Foto di Francesca Cerciello

“La dimensione del piacere, del gioco, del divertimento, dell’eccesso – afferma Danilo Eccher, curatore della mostra – sono sempre state componenti centrali dell’Arte; l’Arte sprofonda nel dolore ma si nutre di piaceri ed è sempre una danza di contrasti. L’illusione è una trasparenza che deforma la realtà, un’apparenza sottile dove tutto è possibile, suggerendo ora il dubbio dell’enigma, ora il sorriso della sorpresa”. Ed ENJOY fa centro, perché trova il modo di accompagnare grandi e piccoli alla scoperta di contrasti e piaceri, senza mai lasciarli soli ma lasciando loro gli spazi necessari. Perché in fondo il divertimento cos’è se non, anche, l’abbandonarsi a nuove esperienze?

LASCIA UN COMMENTO