Nuova Formula 1: tra cambiamenti e riconferme

Nuova Formula 1: tra cambiamenti e riconferme

Nuova Formula 1: tra cambiamenti e riconferme
Fonte: circusF1.com

Poco più di un mese all’inizio del nuovo campionato di Formula 1. Molte novità, passando per l’aspetto estetico fino a quello più tecnico, dal cambio del logo alle nuove regole.

Manca poco più di un mese al ritorno delle gare di Formula 1. I primi cambiamenti li troviamo a livello di scuderie. Avevamo già parlato infatti della partnership tra la Sauber e l’Alfa Romeo, che torna ai gran premi dopo 30 anni ed è già pronta a dare battaglia. Uno dei piloti, Charles Leclerc, è un prodotto della Ferrari Academy, campione di Formula 2 dello scorso campionato, tenuto d’occhio più o meno da tutti.

Per il resto, riabbracceremo i vecchi protagonisti dello scorso anno, con le stesse macchine, visto che sono stati in pochi a cambiare casacca. I campioni in carica della Mercedes proveranno nuovamente ad accaparrarsi il titolo, con la superstar Hamilton che non vede l’ora di piazzare un altro record. La Ferrari sembra patire la sindrome dell’eterno secondo ultimamente, ma la scuderia ha già annunciato che darà a Vettel e Raikkonen una macchina competitiva. Non dimentichiamoci della Red Bull però, con il baby fenomeno Verstappen e il sempre affidabile Ricciardo, che promette scintille per la prossima stagione.

Pronti, partenza… via!

Cambiano anche orari e numero di gare. Avremo un infatti un gran premio in più tra giugno e luglio che è in realtà un ritorno: il GP di Francia. Ritorna anche il GP di Germania sul circuito di Hockenheim, sul quale si era disputata una gara nel 2016 l’ultima volta. Per gli orari, soprattutto in Europa, si è fatto caso che molte emittenti inizino a trasmettere al preciso scoccare dell’ora, perdendo così tutta la fase di attesa che precede la gara e che dà sempre un po’ di mordente in più. Così le gare cominceranno quasi sempre alle 15:10 (quando si correrà in Europa), tranne nel caso del già citato GP di Francia, che si correrà a partire dalle 16:10 per evitare la concomitanza con le partite dei mondiali.

Novità in pista e in macchina

Novità anche in pista. A cominciare dalle “grid girls”, cioè le ragazze che eravamo abituati a vedere accanto ai piloti durante il pre-gara. Verranno sostituite dai bambini, un po’ come accade per le partite di calcio. Questa forse era quella meno attinente all’aspetto tecnico, dove invece si prevedono importanti cambiamenti. Abbiamo l’introduzione di Halo, la sottospecie di archetto protettivo già sperimentato in occasione di alcune prove libere. Per molti decisamente antiestetico, Halo serve a proteggere la testa del pilota, quindi non una cosa da nulla.

Nuova Formula 1: tra cambiamenti e riconferme
Fonte: abc.net.au

Cambiano le regole anche riguardo alle Power Unit, che verranno diminuite da 4 a 3. Questo comporterà non pochi problemi alle scuderie, che dovranno lavorare al meglio per dare a queste una durata media di almeno 7 gran premi. Inoltre, ci saranno delle restrizioni maggiori sull’utilizzo dell’olio combustibile: un massimo di 6 litri ogni 100 km e un solo tipo per gara. Aumenta anche la già coloratissima gamma dei pneumatici Pirelli: si aggiungono infatti le Hypersoft e Superhard, anche queste già ampiamente testate.

E, ancora, si prevedono penalità più severe, come il rientro in pit-lane entro un determinato tempo in regime di bandiera rossa e la partenza dal fondo della griglia se la penalità supera le 15 posizioni.

Vecchie lotte.. Nuove modalità

Tra regole più severe e nuove protezioni, tra vecchie lotte e nuovi protagonisti, il prossimo mondiale si preannuncia veramente scoppiettante e adrenalinico. Non vediamo l’ora di vederlo e di raccontare le emozioni che si spera ci regalerà, all’insegna di agonismo e fair play. Manca poco, dunque… Tutti ai posti di partenza e a presto con altre novità sulla Formula 1!

Nuova Formula 1: tra cambiamenti e riconferme

LASCIA UN COMMENTO