Crisi Napoli

0
1097

Juventus, Parma e Borussia Dortmund. Tre sconfitte, pesanti. Probabilmente la battuta di Cassano a Insigne a fine partita adesso fa pure più male: “avete fatto bene a risparmiarvi per il Borussia”.

Tre sconfitte che portano ombre, tre ombre: quella di Mazzarri e i paragoni con la sua era, il modulo e la metodologia differente da quella di Benitez; Cavani e il confronto con Higuain; e De Sanctis che con la Roma ha visto la sua porta violata solo 3 volte.
Analizziamo il campionato: un punto in più rispetto alla stagione 2012/13 con Cavani che aveva già realizzato 3 reti in più rispetto a Higuain. L’inizio formidabile della Roma fa scivolare il Napoli alla terza posizione, e almeno visivamente, in classifica sembra andare peggio. Sicuramente il Napoli è penalizzato da una rosa incompleta. Anche se vanta un reparto offensivo tra i migliori in Europa e una difesa migliore rispetto l’anno scorso.
In Champions un girone di ferro: Borussia Dortmund, Arsenal e Marsiglia. Nonostante tutto il Napoli ancora prima di finire il girone e prima della sconfitta con i tedeschi aveva già raggiunto i 9 punti. Risultato che in altri gironi avrebbe garantito il passaggio alla fase successiva. Il crollo del Marsiglia ha scombinato tutto. I francesi non hanno rosicchiato punti a nessuna delle altre. Per assurdo il Napoli potrebbe uscire dalla Champions anche raggiungendo 12 punti su 18. Per continuare nella massima competizione europea il Marsiglia dovrà almeno pareggiare contro il Borussia e il Napoli dovrà vincere contro l’Arsenal. Comunque, anche in caso di sconfitta il Napoli proseguirà il suo percorso nella competizione minore, l’ Europa League.
A tutto questo sembra che Aurelio De Laurentiis metterà un freno al mercato gennaio ma allo stesso tempo si è già mosso. Acquistato lo svincolato Réveillère, per sopperire alle difficoltà sulle fasce dopo gli infortuni di Zuniga e Mesto. Già siglato un accordo con il Genoa per Antonelli, sicuramente rientreranno in questo scambio i cartellini di Calaiò e di Gamberini. La cessione di Armero sarà usata come merce di scambio per acquistare un centrocampista, maggior indiziato Gonalons, del Lione, o scambio con il Benfica per il difensore centrale Garay. Inoltre da non sottovalutare il ritorno di fiamma per  Vargas e quello meno percorribile per Lavezzi.

LASCIA UN COMMENTO