Snusen e Tinni amici per la pelle

0
1624

Una foresta norvegese, un cane, una volpe, si annusano, si studiano, sanno di non essere uguali, ma si lasciano trasportare dalla curiosità reciproca. Nasce cosi una splendida amicizia tra Tinni, il cane, e Snusen, la volpe, un’amicizia degna della fantasia dei migliori capolavori della Disney.

Come nella fantasia la storia di Red & Toby (ndr capolavoro della Disney) ha incantato generazione di bambini, anche quella di Tinni e Snusen nella realtà di tutti i giorni tra alberi e cespugli della natura norvegese sta incantando il web e il mondo intero.

L’unica differenza con il capolavoro della Walt Disney è che i due animali sono inseparabili e non hanno alcuna intenzione di lasciarsi come invece è toccato a Red e Toby.

La simpatica amicizia è finita sul web grazie a Torgeir Berge, padrone di Tinni, che nell’intento di capire con chi trascorreva gran parte delle sue giornate il proprio cane, si è trovato difronte ad uno spettacolo inatteso,  cogliendo e immortalando i giochi dei due compagni.

Torger inoltre per sensibilizzare l’opinione pubblica ha deciso di raccontare la storia in un libro “The Fox and the dog”, dedicato ai bambini per raccontare questa bellissima amicizia che va oltre le differenze di razza e pregiudizi che spesso noi, cosidetti “spaiens” abbiamo nei confronti dei cosidetti “animali”.

Un insegnamento sicuramente  importante che ha anche uno scopo pratico, ovvero devolvere in beneficenza i proventi del libro, che serviranno a sponsorizzare una campagna contro la Caccia alla volpe molto diffusa in Norvegia. Lo scopo di Toiger è quello di riuscire a sensibilizzare la popolazione norvegese con la speranza di debellare una pratica molto diffusa nelle nazioni scandinave. Torger si chiede:   “Perché questi piccoli animali devono essere uccisi solo per permettere agli umani di indossare capi essere eleganti?”.  Una domanda che grazie alle splendide immagini fa breccia anche nei cuori più insensibili, regalandoci una splendida favola natalizia.

LASCIA UN COMMENTO