Le diete più stravaganti in circolazione

0
1669

Arriva l’estate: il corpo  si scopre e si avvicina la tanto temuta prova costume.  Gli uomini e soprattutto le donne di tutto il mondo si sbizzarriscono alla ricerca di una soluzione per perdere peso, rapida ed efficace.

Quella della linea è una preoccupazione che sembra aver riguardato anche personaggi noti nella storia: il poeta Lord Byron per mantenersi in forma beveva aceto e ne inzuppava le patate prima di mangiarle.  Maria Callas pare si fosse sottoposta alla pericolosa dieta della tenia, che consisteva nell’ingerire una pillola contenente le uova del parassita che, una volta raggiunto il peso desiderato, veniva eliminato da una soluzione antiparassitaria. Arrivando ai giorni nostri, sono noti alcuni dei regimi più stravaganti seguiti dalle celebrities. Beyoncè prima di girare il film “dreamgirls” si è sottoposta alla dieta Master Cleanse, che le permetteva di ingerire solo un miscuglio di sciroppo d’acero, pepe e succo di limone: questo il segreto della sua forma smagliante. Tra le tante diete seguite da Victoria Beckham c’è la  Five Hands Diet: è permesso mangiare solo cinque manciate di cibi proteici al giorno. L’attrice musa di Sofia Coppola, Kirsten Dunst, pare abbia seguito la dieta del ph, un particolare regime alimentare che consente, attraverso l’assunzione di alimenti prevalentemente alcalini, il raggiungimento di un equilibrio acido-basico. Madonna mangia solo cibi organici, Gwineth Paltrow solo cibi macrobiotici e l’attrice Uma Thurman è una seguace del regime crudista, che si distingue per un unico comandamento: non cuocere il cibo. L’esigenza sempre maggiore di perdere peso ha dato alla luce centinaia di diete e regimi alimentari, alcuni dei quali hanno dell’incredibile. La dieta di Dio (o digiuno di Daniel) si ispira all’Antico Testamento e propone un regime totalmente vegetariano, per 21 giorni consecutivi, fatto di soli cereali integrali, frutta e verdura. Deriva dalla storia raccontata nella Bibbia dal giudeo Daniele, che per non contaminarsi aveva rifiutato il cibo e le bevande che il Re di Babilonia gli aveva offerto. Se credete nello Zodiaco c’è una dieta anche per voi: la dieta dei segni zodiacali, in base alla quale ogni segno predilige alcuni cibi e non ne tollera altri.

unnamedPer i più masochisti c’è la dieta Tongue Patch, ideata dal dottor Nikolas Chugay. Mangiare, ma con dolore: è questa la filosofia dietro alla sua tecnica, secondo la quale una “pezza” viene inserita chirurgicamente sulla lingua provocando dolore ogni qual volta si assumono cibi solidi. Per chi vuole soffrire meno esiste la dieta della pellicola, che consiste nel farsi avvolgere in una pellicola per un’ora al giorno: un metodo efficace contro smagliature e cellulite. Dal Sol Levante ha origine la dieta del Giappone: un  solo pezzo di Sushi al giorno, e basta. Con la promessa di tornare vigorosi e dinamici come i nostri antenati, la dieta del cavernicolo impone di mangiare molta carne, anche cruda, e poi digiunare per 36 ore. Basata sull’idea che i nostri corpi si adattano meglio a ciò che mangiavano i nostri antenati durante il Paleolitico, si presta ad essere modificata in base alle esigenze del corpo di ognuno. La dieta del gruppo sanguigno invece si basa sulla convinzione che l’alimentazione possa essere regolata in base al gruppo sanguigno.

Molto in voga tra le celebrità è anche la baby food diet. Ideata dal personal trainer Tracey Anderson e sperimentata tra le altre star, anche da Gwyneth Paltrow e Kate Hudson, prevede di alimentarsi con le pappine per neonati, nutrienti ma con pochi grassi. Ricordiamo poi  le arcinote diete proteiche quali la Dukan e  la dieta tisanoreica, basate sull’attivazione della chetosi, il meccanismo in base al quale il nostro organismo, una volta consumate le riserve di zuccheri, inizia a bruciare le riserve di grassi; entrambe sono iper proteiche e a bassissimo o nullo contenuto di grassi e carboidrati. Sulla scia di queste, la dieta del pompelmo è un regime alimentare che permette di mangiare di tutto, dal burro ad altri alimenti ipercalorici, riducendo l’assunzione di carboidrati. Molte Proteine e grassi  dunque, accompagnati da 2 litri di succo di pompelmo al giorno. Queste ed altre le folli diete inventate per apparire magri e snelli e sempre più simili alle tanto invidiate star hollywoodiane.

 “Chi bello vuole apparire…un pò deve soffrire” cita il noto detto. Ma davvero magro è così bello?

LASCIA UN COMMENTO