Nutella conquista la Russia

0
1921

Nutella ha festeggiato da poco 50 anni e conquista nuovi mercati. In Russia l’apertura di uno stabilimento ha contribuito al successo del prodotto italiano.

Nutella, come saprete, ha compiuto quest’anno mezzo secolo di vita. 50 anni di meritato successo. La crema spalmabile della italiana Ferrero infatti resiste ad ogni tentativo di imitazione, più della Coca Cola forse, che invece ha avversari degni come la Pepsi. Nutella no, non teme nessuno, la concorrenza produce delle creme a gusto nocciola che non si avvicinano neppure lontanamente, oppure quelle cose bicolore. Un marchio che può vantare stabilimenti anche all’estero, come in Russia, dove proprio in occasione dei festeggiamenti si è potuto vedere il grande successo che ottiene Nutella nella popolazione.

“Secondo i dati Ferrero, con riferimento ai dati Nielsen relativi al mercato retail in Russia, la quota di mercato di Nutella nel febbraio-marzo 2014 si era registrata al 65,9%, con un incremento pari al 6,6% rispetto all’analogo periodo dell’esercizio precedente (la quota a febbraio-marzo 2013 si attesta al 59,3%)”.

Il gruppo di Alba distribuisce Nutella in Russia dal 1995 e da dieci anni ha aperto uno stabilimento nella regione di Vladimir.

Il general manager dell’area anglo-americana e dei Paesi Csi, Ferrero International, Giuseppe D’Angelo ha spiegato all’agenzia TMNews i motivi del successo: “Di Nutella abbiamo una produzione locale in Russia” spiega D’Angelo. “Un prodotto che abbiamo iniziato a supportare localmente nell’ultimo anno a livello pubblicitario. Per Nutella abbiamo dei progetti abbastanza ambiziosi, più che raddoppiare i volumi nei prossimi tre anni. Non è una sfida facile, poiché in Russia c’è un’abitudine di consumo differente. I consumatori preferiscono una colazione salata, quindi si tratta di remare controcorrente. Ma abbiamo anche un vantaggio: il mercato dei cereali sta crescendo. E poi la Russia è un mercato importantissimo per il consumo di pane. Un abbinamento importantissimo con la Nutella. E in più c’è un’abitudine ad usare prodotti spalmabili. Quindi alcuni elementi ci fanno presagire un futuro molto roseo per Nutella in Russia, e i primi risultati sono incoraggianti. Stiamo crescendo di un 30%. Questo ci rende molto fiduciosi”.

LASCIA UN COMMENTO