Sindrome di Down: il 21 Marzo la giornata mondiale di sensibilizzazione

0
840
sindrome di down Proposal Salvatore e Caterina Special Proposal

Sindrome di Down e indipendenza: #TheSpecialProposal di Salvatore a Caterina per abbattere le differenze

Diversi cromosomi ma “stesse opportunità e possibilità di scelta” questo il tema scelto per la decima campagna di sensibilizzazione promossa in Italia da CoorDown Onlus – Coordinamento Nazionale Associazioni delle persone con sindrome di Down, in vista della Giornata Mondiale dedicata a questa patologia, in programma per sabato 21 Marzo 2015.

La sindrome di Down, detta anche Trisomia 21, è un’anomalia del numero di cromosomi. Nelle nostre cellule ci sono 46 cromosomi: 23 coppie che definiscono le caratteristiche di ogni persona. Nella sindrome di Down, la coppia di cromosomi numero 21 ne ha 3 invece di 2, da qui il nome Trisomia 21. Si tratta della patologia cromosomica più frequente e che in Italia coinvolge circa 38.000 individui.
Per molto tempo le persone con sindrome di Down sono state considerate diverse, meno intelligenti, meno o addirittura per niente capaci di svolgere anche le semplici attività quotidiane. Ma la realtà, come spesso accade, illustra un quadro totalmente diverso: sin dalla prima infanzia, i bambini affetti da questa anomalia genetica, oltre a varie difficoltà più o meno gravi che variano a seconda dei casi, mostrano tante abilità e potenzialità che possono essere incrementate.

The Special Proposal 2015
Proprio per questo associazioni come ViviDown, Coordown o la AIPD (Associazione Italiana Persone Down) si battono da anni per fare chiarezza su questa patologia e sostenere chi ne è affetto e le famiglie. Nel 2003 nascono, così, per quanto riguarda l’Italia, le Giornate Nazionali della Sindrome di Down, un fenomeno che ha lo scopo di attivare e promuovere azioni di comunicazione unitarie e condivise tra le diverse associazioni italiane che si occupano di tutelare e promuovere i diritti delle persone con sindrome di Down.
Così ogni anno, il 21 Marzo, anche a livello mondiale, vengono organizzate campagne ed eventi per celebrare il World Down Syndrome Day.

Quest’anno la campagna “stesse opportunità e possibilità di scelta”, organizzata da CoorDown insieme a Saatchi&Saatchi, è stata promossa con lo spot “The Special Proposal” visibile sul canale youtube della onlus.

 

I due protagonisti di questo docu-reality sono Salvatore e Caterina, una coppia di adulti con sindrome di Down che da anni sta seguendo un percorso di autonomia abitativa. Una proposta davvero speciale, quella che Salvatore fa a Caterina per dichiararle amore eterno, che ha coinvolto anche McDonald’s e i Neri Per Caso. Sono servite più di dieci telecamere nascoste e la complicità di tutti i dipendenti del fastfood, ma il risultato è stato davvero commovente sia per la ragazza che per chi ha assistito alla scena.
Così, accompagnato dalle voci dei Neri Per Caso, sulle note di “Come Away With Me” di Norah Jones, Salvatore si è inginocchiato davanti a Caterina chiedendole di andare a vivere con lui e coronare il loro sogno di sempre. E a sorpresa nel cofanetto che le porge non c’è il solito anello ma la chiave di una casa, quella in cui formeranno la loro famiglia.

Salvatore e Caterina Special Proposal sindrome di down

Per le persone Down, spiega CoorDown, autonomia significa futuro. “Il traguardo dell’indipendenza – continua la onlus – si fonda sulla costruzione di relazioni sociali soddisfacenti, la realizzazione di processi di inclusione nel sistema scolastico e formativo, la possibilità di lavorare e di godere di pieni ed uguali diritti, senza discriminazioni”

Gli adulti con sindrome di Down devono avere la possibilità di scegliere, di prendere decisioni e di avere il controllo delle proprie vite. Il traguardo dell’indipendenza si fonda sulla costruzione di relazioni sociali soddisfacenti, la realizzazione di processi d’inclusione nel sistema scolastico e formativo, la possibilità di lavorare e di godere di pieni e uguali diritti, senza discriminazioni.
Una campagna, quella di quest’anno, che è già diventata virale e che ha ottenuto il sostegno di tante persone e associazioni sul web, tanto che sono nati due hashtag ufficiali su twitter per diffondere il video e il suo messaggio: #WDSD15 e #TheSpecialProposal. Anche la Serie A Tim ha sostenuto la campagna durante il ventisettesimo turno del campionato attraverso l’ingresso di alcuni bambini in campo, l’esposizione del consueto striscione e lo spot trasmesso sui maxischermi all’interno dei dieci stadi delle squadre che hanno giocano in casa: Atalanta, Cagliari, Fiorentina, Genoa, Hellas Verona, Inter, Palermo, Roma, Sassuolo e Torino.
Nel weekend (20 e 21 Marzo) sono, inoltre, previsti numerosi eventi in giro per l’Italia: seminari e congressi, visite museali illustrate da ragazzi down e progetti sportivi gratuiti come il Play Day a Roma.

A cura di Giusy Mercadante.

LASCIA UN COMMENTO