Scrittore, romanziere, poeta e drammaturgo spagnolo, Miguel de Cervantes è universalmente noto per essere l’autore del romanzo Don Chisciotte della Mancia, uno dei capolavori della letteratura mondiale di ogni tempo.

“Forse non sapeva di essere nato per le lettere oppure semplicemente era convinto che fare lo scrittore non fosse un lavoro molto remunerativo.”

Miguel de Cervantes Saavedra, autore del romanzo Don Chisciotte, passò gran parte della sua vita facendo mestieri che ben poco avevano a che fare con la penna e di più con la pubblica amministrazione.
Miguel nacque il 29 settembre del 1547 ad Alcalá de Henares, quarto di sette figli, riservato e balbuziente, il piccolo Cervantes dovette abituarsi alle intemperanze della sorte.
A soli 22 anni fu accusato di aver ferito durante un duello un muratore,  un certo  Antonio de Sigura, nel recinto di Palazzo Reale a Madrid.

Cervantes scappò in Italia ma fu condannato in contumacia al taglio della mano destra.
In Italia Cervantes visse per qualche tempo a Roma, al servizio, del cardinale Giulio Acquaviva, ed è  qui che iniziò la sua formazione letteraria da autodidatta.

Le lettere esercitavano su di lui un certo fascino, eppure, Cervantes scelse di seguire la via delle armi.

Cervantes

“Con un ronzino, un’obsoleta armatura e un fedele scudiero si può cambiare il mondo, ma solo se si è davvero convinti.”

Don Chisciotte , protagonista del celebre romanzo di Cervantes  , nato con il nome di Alonso Quijano, aveva letto così tanti romanzi cavallereschi da uscire di senno e decidere, a 50 anni, di partire per un’improbabile avventura.

L’impresa naturalmente non riuscì ma ebbe il merito di portare al successo il suo autore.

Non è ancora certo dove e in quale momento  Cervantes ideò il personaggio del cavaliere strampalato che combatte contro i mulini a vento, scambiandoli per temibili giganti dalle lunghe braccia, ma sappiamo con certezza che grazie al suo linguaggio semplice e colloquiale il romanzo fu accolto con trionfo, divenendo uno dei capolavori mondiali della letteratura di ogni tempo.

LASCIA UN COMMENTO