Soprannominato “re Magno”, Filippo Magnini è il miglior stileliberista italiano, che vanta ben quindici ori europei e quattro ori mondiali.

Nato a Pesaro il 2 febbraio 1982, è uno dei più grandi nuotatori italiani e al mondo, ma pochi sanno che Filippo Magnini e la piscina si incontrarono quasi per caso. Infatti, il primo grande amore sportivo del giovane Filippo è il calcio, ma è troppo magrolino per iniziare a giocare in una squadra. Per irrobustirsi, la madre gli suggerisce il nuoto, uno sport completo, che allena tutti i muscoli del corpo. Così, Filippo inizia a praticare questa attività nella squadra della sua città, la Vis Sauro Nuoto. E, a poco a poco, grazie anche alle prime medaglie che guadagna, si rende conto che la sua vera strada è proprio dentro l’acqua e non in un campo di calcio.

A sedici anni Magnini vince il primo titolo italiano nella categoria di stile a rana, una vittoria che gli fa ottenere la convocazione nelle squadre nazionali giovanili.

A diciotto anni, ormai cresciuto fisicamente, si dedica allo stile libero e si trasferisce a Torino, dove entra a far parte della società Rari Nantes, supportato dal tecnico Claudio Rossetto.

filippo magniniNel 2004, a Madrid, Magnini ottiene il primo importante riconoscimento, vincendo l’oro nella staffetta 4×100, mentre alle olimpiadi di Atene, lo stesso anno, il suo gruppo conquista la medaglia di bronzo nella 4×200.

Trasferitosi a Roma, nel 2005 il giovane nuotatore raggiunge il primo posto a Montreal nella gara dei 100 stile libero. La vittoria lo consacra nell’olimpo dei nuotatori, dato che è il primo italiano che ottiene la medaglia d’oro in questa categoria.

Questa vincita è solo la prima di tante che seguiranno negli anni a venire. Da 2006 in poi, infatti, Magnini guadagna il podio a Budadest e a Melbourne nei 100 stile libero, a cui si aggiungono i successi ottenuti in vasca corta nei 200 stile libero e nella staffetta 4×100 mista.

Per i suoi meriti sportivi, Filippo Magnini ha ottenuto vari riconoscimenti: nel 2004 il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi lo nomina Cavaliere della Repubblica; l’anno successivo il CONI lo premia con il “Collare d’Oro”, una medaglia al merito sportivo; nel 2007 vince il titolo di atleta dell’anno della LEN -la Lega europea del nuoto- e il diploma d’onore del CONI.

La fama di Magnini non si limita al mondo dello sport. Nel 2008 lo sportivo fa un’incursione in tv, partecipando alla sesta edizione del reality L’isola dei famosi, in qualità di inviato dall’Honduras. Appare inoltre nella fiction “Come un delfino”, interpretando se stesso. E, per via della sua relazione con la nuotatrice Federica Pellegrini, è uno degli atleti più paparazzati.

Filippo MagniniLa voglia di raccontarsi e di mostrare la dura vita da nuotatore ha spinto Magnini a realizzare un libro fotografico, intitolato Beyond my Water.

Magnini è inoltre promotore della campagna I am doping free, che porta avanti l’idea di uno sport sano e soprattutto pulito, lontano da ogni sostanza dopante.

E chi meglio di Magnini, che ha raggiunto la vetta con fatica e sacrificio, poteva rappresentare questa campagna?

LASCIA UN COMMENTO