Il 17 marzo è famosa in tutto il mondo la festa di San Patrizio, patrono d’Irlanda, celebrato il giorno della sua morte avvenuta nel 461.

San Patrizio, l’amatissimo patrono d’Irlanda, è una figura circondata dal mistero, con aneddoti che fondono realtà e leggenda. Secondo quanto ci tramandano le fonti su di lui, San Patrizio nacque a Bannaventa Berniae -l’attuale Carlisle, nel nord-ovest dell’Inghilterra – nel lontano 385 d.C.

Nel paese natale Maewyn Succat -questo era il suo vero nome- trascorse l’infanzia e la giovinezza fino a quando, all’età di sedici anni, venne rapito da pirati irlandesi. Queste scorribande erano allora molto frequenti: i pirati, una volta scelto il luogo in cui sbarcare, facevano razzia nel territorio e, in più, portavano via molti giovani, che venivano venduti come schiavi. E infatti, questa fu la sorte del giovane Maewyn, che venne acquistato da Dal Riada, sovrano di una regione nell’Irlanda del Nord. Patrizio lo servì per sei anni, fino a che riuscì a scappare e tornare a casa.

san Patrizio

Forse fu questa dura prova ad avvicinarlo a Dio, e appena il giovane capì che la sua vocazione era il sacerdozio, andò in Gallia dove fu consacrato vescovo.

Ma Patrizio era destinato a rivedere le terre irlandesi, che per sei anni erano state il suo luogo di prigionia. Il Papa Celestino I, conoscendo la sua storia, gli affidò un difficile compito: evangelizzare alcune isole inglesi e l’Irlanda, zone dove il Vangelo e la figura di Gesù erano ancora ignorati, e la popolazione seguiva la religione pagana.

Patrizio accettò la missione e tornò in Irlanda. Il suo compito non fu semplice, ma il vescovo lo affrontò con coraggio, cercando di combinare fra loro gli insegnamenti cristiani con le tradizioni irlandesi, che a poco a poco si fusero. Ad esempio, San Patrizio utilizzò il trifoglio, fiore molto frequente nelle terre irlandesi, per spiegare in modo più semplice il concetto della Trinità. Un’altra leggenda racconta di un famoso pozzo, profondissimo, situato in un luogo dove il vescovo pregava: Patrizio invitava i fedeli increduli e titubanti ad affacciarsi, e questi, sbalorditi, potevano scorgere l’Inferno.

san patrizio

San Patrizio svolse il suo compito per quarant’anni, e l’Irlanda, da luogo inospitale dove era stato condotto con la forza, divenne la sua casa e il luogo da lui amato. E gli irlandesi ricambiarono l’amore, tanto da sceglierlo, dopo la sua morte e la sua santificazione, come patrono. Il 17 marzo, giorno in cui San Patrizio viene ricordato, la popolazione irlandese si saluta con un augurio a lui attribuito: “Sia la strada al tuo fianco, il vento sempre alle tue spalle, che il sole splenda caldo sul tuo viso, e la pioggia cada dolce nei campi attorno e, finché non ci incontreremo di nuovo, Iddio ti protegga nel palmo della Sua mano”.

 

LASCIA UN COMMENTO