Il 3 Maggio 1985 la Microsoft Corporation decide di lanciare il programma dalla portata rivoluzionaria “Excel”.

E’ il 3 Maggio 1985 quando la Microsoft Corporation, una tra le più importanti aziende aziende d’informatica del mondo nonché la più grande produttrice di software per fatturato, decide di lanciare un progetto dalla portata a dir poco rivoluzionaria che da lì a poco avrebbe totalmente sconvolto il più classico dei rapporti, cioè quello tra un lavoratore ed il proprio computer: il programma che prende il nome di Excel.

Microsoft Excel è in poche parole dedicato interamente alla produzione e alla gestione di fogli elettronici; è quindi parte della suite di software di produttività personale Microsoft Office, ed è disponibile per i sistemi operativi Windows, Macintosh e Linux, oltre ad essere attualmente il foglio elettronico più utilizzato in assoluto.

Excel

Come si presenti e come funzioni nella pratica Excel è cosa ormai ben nota; la schermata iniziale mostra un foglio di calcolo composto da colonne contrassegnate dalle lettere e da righe contrassegnate dai numeri. L’intersezione di una riga con una colonna forma una cella all’interno della quale si può inserire un valore od una funzione; i valori che si possono inserire sono di tipo alfanumerico, mentre le funzioni si esprimono tramite le formule. La qualità a dir poco fantastica del programma però sono senza dubbio le dimensioni,  che possono essere definite decisamente vaste, basti pensare alle estensioni di 1.048.576 righe e ben 16.384 colonne.

Una delle potenzialità più importanti e più conosciute di Excel è la possibilità di scrivere delle macro, veri e propri pezzi di codice che possono eseguire in automatico qualsiasi comando. Il linguaggio di programmazione delle macro di Excel è Visual Basic for Applications (VBA), un linguaggio di programmazione ad oggetti. Tramite il codice VBA è possibile scrivere macro che modificano le proprietà degli oggetti, come ad esempio il colore di una cella, lanciare metodi e, ultimo ma non per importanza, reagire ad un evento.

Microsoft Excel

In realtà, come spesso accade per le grandi invenzioni, non è sempre e solo oro tutto ciò che luccica: infatti, oltre ad una dura disputa legale tra un giovane programmatore del Guatemala, Carlos Armando Amado, e la Microsoft che ha come fulcro di discussione proprio la prima versione del programma, Microsoft Excel 95, sono stati scoperti degli errori che hanno fatto decisamente dubitare dell’efficacia e ancor più dell’affidabilità del progetto.

Il 22 settembre 2007 si scopre che Excel versione 2007 mostra in modo errato i risultati di alcune operazioni. Nello specifico quando il programma si trova ad eseguire delle operazioni che producono come risultato 65.535 il programma mostra invece 100 000. Il bug è legato a un problema di visualizzazione; eseguendo altre operazioni con la cella del risultato si ottengono dei risultati corretti. Microsoft nel blog dedicato al programma comunque riconosce il problema e promette un aggiornamento che viene pubblicato il 9 ottobre 2007.

Un altro noto bug si ritrova poi in tutte le versioni di Excel nella gestione delle date: l’anno 1900 è erroneamente considerato bisestile e quindi le date anteriori al primo marzo 1900 sono sbagliate, tanto per dire. Tanti problemi si, ma dal 1985 un grande passo avanti per il mondo dell’informatica e non solo.

LASCIA UN COMMENTO