Festival della letteratura di viaggio 2016

0
833
festival della letteratura di viaggio

Viaggio nei cinque continenti, senza muoversi da Roma. Sono i quattro giorni de “Il Festival della letteratura di viaggio”, tenutosi dal 22 al 25 settembre a Villa Celimontana.

La IX edizione del Festival della letteratura di viaggio, appena concluso, è stato quest’ anno come non mai, un appuntamento ricco di spunti e suggestioni.

Promossa dalla Società Geografica Italiana, con sede a Palazzetto Mattei di Villa Celimontana, sullo splendido colle romano del Celio, in Via della Navicella, la nuova edizione dell’evento si è svolta tra il 22 ed il 25 settembre.

villa-celimontana

L’evento

Sotto la direzione artistica di Antonio Politano, e la conduzione di Tommaso Giartosio, scrittore e conduttore radiofonico, il mondo è stato raccontato in diverse forme di narrazione del viaggio, di luoghi e culture. Incontri, mostre, letture e premi si sono susseguiti per tutto il weekend: le nuvole e qualche sporadico piovasco non hanno impedito di accorrere numerosi, non riuscendo a guastare l’atmosfera festosa.

Allestite nella sede di Palazzetto Mattei, cinque bellissime mostre fotografiche dedicate a Giappone, Isole Azzorre, Basilicata, Malta, Papua Nuova Guinea, tutte corredate di materiale turistico ed informativo, fornito dagli stands di promozione territoriale di questi luoghi. In un luogo simile non si può non rimanere affascinati da alcuni scatti che trasmettono a prima vista la bellezza dei posti.

Appunti di viaggi

Degne di note, le maratone di “#INWEBWETRAVEL“, divise in due tempi di circa un’ora ciascuna, che hanno visto la partecipazione di molte figure di spicco del mondo del turismo, travel bloggers e giornalisti in primis, nella mattinata del giorno 24 settembre. Ognuno ha raccontato la propria esperienza, coinvolgendo attivamente il pubblico, desideroso di porgere domande.

Sono intervenuti nel primo tempo, tra gli altri: Matteo Pennacchi (Travel Massive), autore romano del libro best seller “Il giro del mondo senza un soldo in tasca” ed organizzatore di viaggi intorno al mondo con l’ associazione “Round the world”; Francesca Di Pietro (TBNet Ass. Travel Bloggers Italiani), autrice napoletana del libro “Come viaggiare da soli”, molto utile per chi intraprende itinerari in solitaria per la prima volta, analizzando anche cosa accade alla nostra parte razionale una volta usciti dalla zona di comfort; Ada Occhiuzzi, in rappresentanza del Parco della Sila, luogo ancora poco visitato della regione Calabria, e di VisitCosenza.

IL giro del mondo

Personalmente la storia di Matteo, con cui ho chiacchierato una mezz’ora abbondante a fine primo tempo, mi ha molto colpito, trasmettendomi forti emozioni: l’idea del suo giro del mondo nacque nel ’94 durante il suo viaggio in Nuova Zelanda, dopo una ubriacatura serale in un pub. Osservando per caso una copia del quadro di Matisse “Musica e danza ” raffigurante donne danzanti che si tengono per mano, intuì che il suo viaggio doveva servire a favorire la condivisione, a far conoscere i paesi attraverso un progetto di comunicazione, e quale sistema migliore di fare ciò, se non un racconto scritto, ricco di storie personali e di continue emozioni itineranti.

Riguardo la sua attività attuale, “Round the world”, egli tende a precisare che non è UN viaggio, ma IL giro del mondo: la terra è piccola in finale, “è ciò che siamo noi ed è ormai esplorabile in maniera semplice” precisa Matteo, che in cambio di una donazione su Paypal, promette grazie alla sua più che decennale esperienza nel settore, di fornire a chi si appresta a compiere questa meravigliosa crescita personale tutte le informazioni utili necessarie, dai contatti in loco, alla prenotazione di voli e servizi a terra.

Congedandomi da lui, vuole ricordarmi che da giovani lo spirito giusto è quello di inseguire un sogno…e  la voglia di partire sale subito oltremodo alle stelle.

Secondo Tempo

Il secondo tempo si apre con la presentazione del libro del giovanissimo e simpaticissimo blogger toscano Angelo Zinna, “Un altro bicchiere di Arak”, in cui narra in prima persona l’ultima parte del suo viaggio via terra lungo la rotta della antica Via della Seta; Giulia Raciti, esuberante e grintosa siciliana Doc, curatrice del super cliccato sito viaggiare-lowcost, ricco di preziosi consigli, che racconta anche le sue avventure in solitaria nell’ Africa centrale. Infine Alberto Mattei, fondatore dei “Nomadi digitali“, comunità di coloro che girano il mondo, trovando sempre una connessione internet sicura a disposizione per lavorare ovunque ci si trovi.

secondo-tempo-con-angelo-zinna-alberto-mattei-e-giulia-raciti festival della letteratura di viaggio
Angelo Zinna, Alberto Mattei e Giulia Raciti – Secondo Tempo

Il viaggio continua…

Nel pomeriggio interessante presentazione del nuovo volume “Mediterraneo: 500 luoghi indimenticabili”, edito da Lonely Planet, promosso da Donatella Bianchi, presidente del Wwf Italia.

Nel giorno seguente, 25 settembre, si sono susseguiti anche eventi per i più piccoli ed i loro accompagnatori, come la “Geografia per famiglie”, promosso dalla Regione Lazio e con particolare riferimento al testo ” Scoprire il Lazio lungo le strade dei Pellegrini”.

Sempre presente durante tutto lo svolgimento del Festival, un fornito punto vendita della libreria “L’Argonauta”, la prima a Roma, nei pressi di Corso D’Italia, interamente dedicata al tema del viaggio. Sensazione stupenda immergersi tra vecchi bauli strabordanti di diari di viaggi, antiche mappe e tanto altro materiale di viaggio, anche per bambini.

Prossimo appuntamento con la manifestazione a settembre 2017.

LASCIA UN COMMENTO