Natale sostenibile: dalle decorazioni al menù

natale sostenibile

Consigli per un Natale sostenibile, diverso da tutti gli altri, e più amante dellaTerra. Riutilizzare e riciclare saranno le parole d’ordine che dovranno guidare questo Natale.

Quest’anno, come già sappiamo, sarà un Natale diverso sotto molti aspetti. Tanti e tante di noi saranno lontani da casa, le famiglie non potranno riunirsi come qualsiasi altro Natale e quindi dovremmo reinventare questa festività un po’ da zero.

E come farlo al meglio se non pensando a un Natale più sostenibile? Sostenibili i regali, le decorazioni ma anche il menù!

Ma andiamo più nel dettaglio…

Decorazioni fai da te

L’albero di Natale finto è un’alternativa ecologica solo se lo utilizzi per anni.

In alternativa, puoi noleggiarlo, oppure comprarne uno vero (se hai la possibilità di ripiantarlo ovviamente), magari acquistato da una piccola azienda.

Oppure, soluzione migliore, decora una pianta di casa come albero di Natale alternativo, o ancor più semplicemente utilizza dei tronchi o delle canne di bambù secche che puoi trovare in qualsiasi spiaggia o boschetto.

Se hai voglia di creare qualcosa di nuovo e dare un tocco creativo alle decorazioni di Natale, puoi creare, ad esempio, una ghirlanda con le bucce d’arancia: ritaglia le bucce a forma di stella, lasciale essiccare e uniscile con un filo di lana colorata.

Il feltro è un ottimo materiale per creare decorazioni fai da te, semplice da maneggiare.

Il cartone è un’altra possibilità per decorare la casa e l’albero; in particolare la carta seminabile che, una volta terminate le feste, potrà essere piantata per dar vita a nuove piantine.

Se non vuoi rinunciare alle luci di Natale puoi utilizzare quelle a led che consumano meno. O in alternativa puoi sostituire le luci con delle candele profumate prodotte in modo artigianale.

Sostenibilità a tavola

Anche il menù di Natale può fare la differenza in fatto di salvaguardia del Pianeta; le ricette sono state interpretate in chiave green per mantenere vive tutte le migliori tradizioni delle feste, nel pieno rispetto dell’ambiente.

Scopriamo insieme come preparare queste ricette per un menu natalizio sostenibile ed ecologico.

ANTIPASTO: crostini sostenibili alle verdure

Degli ortaggi non si butta niente! Gli “scarti” delle verdure possono essere facilmente utilizzati per ottenere salse sfiziose per i crostini. Mentre preparate i vostri piatti mettete da parte i ciuffi verdi delle carote e dei finocchi. Per ottenere una deliziosa crema spalmabile è sufficiente lavarli e frullarli con un filo d’olio, aggiustare di sale e pepe e servire sui crostini come antipasto.

PRIMO: pasta fatta in casa al pesce e verdure

Innanzitutto impariamo a leggere l’etichetta del pesce e a consumare meno e meglio: evitiamo merluzzo, salmone, gamberi, tonno rosso e pesce spada. Scegliamo il pesce fresco locale e stagionale che viene offerto dalla piccola pesca artigianale.

Basterà il pesce a verdure dolci come bieta e spinaci – ancora meglio se anche queste verdure sono di stagione e biologiche – per avere il sugo perfetto per una buona pasta.

Per un tocco ancor più ecologico potremmo anche decidere di fare la pasta in casa invece di comprarla al supermercato.

SECONDO: piatto a base di carne

Riduciamo il consumo di carne e derivati, limitandolo a una o due porzioni a settimana. Iniziamo a farlo proprio dai giorni di festa. Se proprio non se ne può fare a meno, scegliamo carne proveniente daallevamenti ecologici.

CONTORNO: chips croccanti

Bucce di carote e patate possono diventare delle ottime chips croccanti home-made: dopo averle lavate, basterà disporle in padella con un filo d’olio, oppure in una teglia da forno, e cuocerle per qualche minuto fino a quando non saranno croccanti. Conditele con un po’ di erbe aromatiche e sale et voilà, pronte home-made chips da pronte da gustare!

IL DOLCE: caramella di scorzette di agrumi e cioccolato fondente

Sfiziosi e natalizi, i dolcetti da servire in tavola a base di scorze d’arancia sono davvero semplici da preparare e permettono di recuperare una parte del frutto che invece andrebbe buttata. Basterà avere a disposizione 100 grammi di scorze di arancia e 100 grammi di zucchero di canna e cioccolato fondente. Lavate e tagliate le scorze di arancia in modo da ottenere listarelle lunghe e sottili. Caramellatele in un pentolino con acqua e zucchero, e lasciatele asciugare per un paio di giorni su un foglio di carta da forno. Per renderle più golose, sciogliete il cioccolato a bagno maria e intingete le scorzette di arancia per metà, asciatele raffreddare e pronte per esser gustate!

Ed ecco a voi la ricetta per un Natale sostenibile e gustoso al tempo stesso!

Inoltre…

Evitiamo di seguire le mode alimentari insostenibili: diversi prodotti esotici come ananas, datteri, avocado e papaya, oltre ad arrivare da molto lontano, possono provocare deforestazione e sfruttamento dei lavoratori nei paesi di provenienza.

Tag

  • decorazioni
  • menu
  • natale
  • sostenibilità
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Potrebbe interessarti:

Contatti

Seguici su:

articoli più letti

Testata registrata al Tribunale di Roma in data 5/04/2016 | Fatto con da TechSoup