La ripartenza nel 2021: cosa ci riserva il settore turismo

0
297
ripartenza nel 2021

L’immobilità forzata del periodo è la migliore occasione per raccogliere le idee e progettare il prossimo viaggio per una ripartenza nel 2021.

Nella storia dell’umanità il 2020 non sarà ricordato per per i primi modelli di auto volanti ma, al contrario, di un minuscolo virus che ha fermato il mondo. Ora però, con l’arrivo del 2021, si è pronti alla ripartenza che si spera arrivi in tutti i settori.

Cambiamenti. Quale sarà il nuovo volto dei viaggi?

Viaggiare, in questo anno tormentato, è stato quanto mai difficile. E probabilmente, anche nella più ottimistica delle ipotesi, sarà cosi ancora per un po’.

Lo shock mondiale della pandemia ha stravolto l’intero settore del turismo e chi per primo saprà abbracciare le nuove tendenze, anticipare i sogni e soddisfare i nuovi desideri vedrà una nuova luce.

 

ripartenza nel 2021

Si sentirà parlare di più di turismo di prossimità, di necessità (che può diventare desiderio) di non allontanarsi troppo da casa o guardare con occhi diversi luoghi già noti.

Alcune tendenze quindi, già nell’aria pre-Covid, ora accelerano: pensiamo ad esempio all’undertourism, alla staycation, al ritorno al last minute, allo slow travel, ecc.

Prospettive per la ripartenza nel 2021

Tra le grandi sfide che attendono il mercato ci sarà anche quella di una diversa programmazione: non più il classico weekend e le vacanze lunghe, ma anche shortbreak infrasettimanali e pause “fuori stagione” appena si potrà. Così sembra il nuovo aspetto del viaggio nel 2021.

Sono molti gli italiani che hanno sperimentato nel 2020  le vacanze brevi a corto raggio, rimanendo vicino a casa. Basti pensare che il turismo domestico è salito al 54% rispetto al passato.

Viaggiare in maniera responsabile ai tempi del Covid

Avremo un viaggio più consapevole ed un viaggiatore al tempo stesso più responsabile ed attento: non solo del proprio benessere, ma del benessere del territorio che attraversa e delle persone che incontra.

Ci saranno quindi nuovi tempi di prenotazione e nuovi modi di spostarsi.

La distribuzione del vaccino è comunque un punto centrale per la ripartenza nel 2021, così come la decisione dell’Unione Europea di dotarsi di regole comuni per viaggi intra-Ue quali, fra le altre, un sistema di tamponi rapidi in tutti gli aeroporti europei.

In questo modo a giovarne sarebbe anche il trasporto aereo, ora particolarmente penalizzato. 

Ripartenza del settore aereo

A credere nella ripresa e in questa ripartenza nel 2021, è soprattutto Michael O’Leary, ceo di Ryanair, che ha parlato di ripresa per l’estate 2021 e di un traffico passeggeri che potrebbe tornare al 75% o 80% dei livelli pre-crisi. 

La stessa Ryanair sta recentemente lanciando la promozione sui suoi voli estivi attraverso una campagna pubblicitaria legata al siero anti-Covid, con lo slogan: “una punturina e prendi il volo!”. Una comunicazione che ha fatto già molto discutere e che sembra destinata a farlo ancora.

ryanair
Ryanair

 

Easyjet punta all’estate con voli a cancellazione free per tutta la stagione, con cambio data senza sovrapprezzo sul costo originario del biglietto. Prevista inoltre l’introduzione di nuove rotte dal Nord Italia per la stagione estiva 2021.

Novità anche sul fronte della nostra compagnia di bandiera: il piano industriale di Ita, la nuova Alitalia, per il quinquennio 2021-2025 finalmente è pronto a partire. Si inizierà ad aprile con 52 aerei, per arrivare a 110 nel 2025. La crescita dovrà essere graduale ma rapida: 86 velivoli nel 2022, e 103 nel 2023.

alitalia
alitalia

Sempre consentito il cambio data nelle tratte nazionali ed internazionali.

Ripartenza del settore marittimo e ferroviario.

Per quanto riguarda i viaggi per mare, Costa Crociere annuncia la ripartenza della Costa Smeralda per il 13 marzo prossimo, con un itinerario nel Mediterraneo.

costa crociere
costa crociere

La MSC Grandiosa è salpata da Genova lo scorso 24 gennaio con un protocollo di sicurezza sanitario unico al mondo, anch’essa con destinazione Mediterraneo.

Nessuna grande novità invece per il trasporto ferroviario, che ha sempre continuato anche se con meno corse, fatta eccezione per le nuove destinazioni promosse per il periodo estivo da ItaloTreno: dalle perle del Cilento ai gioielli di Calabria, fino a Villa San Giovanni, e quindi gli imbarchi diretti per la Sicilia.

Ripartenza dello Slow travel e viaggi in compagnia

Dopo un anno passato lontano dagli amici, un altro trend di viaggio sarà quello delle vacanze insieme, quindi in gruppo, da organizzare con più persone per recuperare il tempo perduto.

Con gli orizzonti ristretti dai vincoli della pandemia, molti di noi sono tornati a volgere lo sguardo al nostro Paese: per scoprire quello che già sapevamo, ma che troppo spesso dimentichiamo.

Andranno di moda anche i viaggi lenti, i cosiddetti slow travel, un turismo lento che permetterà di immergersi nelle culture del luogo spostandosi anche a piedi e in bicicletta e infine l’ormai noto Workation, ossia lavorare in vacanza.

Una tendenza già emersa quest’anno che abbina la vacanza al lavoro da remoto. Hotel e strutture metteranno a disposizione tutti i servizi digitali per permettere di lavorare e nello stesso tempo godersi nuovi luoghi e mete.

Sognare oggi, dunque, per viaggiare domani.

E’ il nostro augurio a tutti i vagabondi per una ripartenza nel 2021 che torni a regalarci il piacere di affacciarsi sul mondo.

LASCIA UN COMMENTO