L’importanza del colore nei nostri giardini

L'importanza del colore nei nostri giardini

La bellezza dei nostri giardini passa anche dal colore. Ecco qualche spunto per dar vita a un tripudio emozionale di tonalità nei nostri spazi aperti.

Dalla notte dei tempi il colore determina una certa emozione, assolutamente soggettiva in ognuno di noi.

Oltre alla geometria, infatti, proprio il colore è uno degli elementi più importanti in giardino, grazie alla capacità di donarci a volte un senso di naturalezza, altre volte di dare spazio ad un po’ di estro personale.

I cromatismi dei fiori sono i fattori che forse più di altri contribuiscono a donare sensazioni visive nei nostri spazi verdi, anche se spesso non vengono utilizzati nella maniera più appropriata rispetto alla situazione che abbiamo.

E’ auspicabile quindi comprendere la funzione delle varie tinte. Vediamo ora come.

Classificazione cromatica, abbinamenti nel giardino e coltivazione delle specie

Nella progettazione di un giardino ponderiamo quanto colore vogliamo usare e come vogliamo sentirci quando ci troviamo in esso.

Ciascun colore stimola infatti noi un particolare stato d’animo soggettivo.

Colori vistosi sono i più adatti come punti focali del giardino.

Uno schema con colori forti come rosso, arancione o giallo trasmette un’atmosfera vivace ed eccitante, perfetta per ricaricarsi, mentre il bianco, l’azzurro chiaro ed il lavanda sono più tranquillizzanti e rilassanti, ideali per un angolo di relax.

La ruota dei colori

Con un diagramma possiamo spiegare i rapporti fra i colori.

L'importanza del colore nei nostri giardini

I tre colori puri, cioè i primari, non ottenibili mischiandone altri insieme sono blu, giallo e rosso.

Dalla parte opposta a ciascuno ci sono i colori secondari viola, arancio e verde, che sono una combinazione di due primari.

I colori terziari sono infine una combinazione di colori adiacenti secondari e primari.

Se si vuole raggiungere uno stato d’armonia, sono da preferire nel giardino gli inserimenti di colori adiacenti.

Piccola curiosità: la Royal Horticultural Society (RHS), prestigiosa associazione di gardening inglese, annualmente produce una carta con ben 920 colori che possono essere associati con estrema precisione a foglie, fiori e frutti, per aiutare chi possiede un giardino a sceglierne i più adatti.

Colore ed umore

Secondo studi recenti eseguiti in Germania nel 2017 il colore ha sempre effetto sulle nostre emozioni, ma non è semplicemente la tonalità delle piante che contribuisce a modificare l’umore.

Da queste ricerche è emerso che la risposta emotiva al colore è influenzata dalle sue tre dimensioni:

1) tonalità (colore puro)

2) saturazione (purezza e vivacità)

3) brillantezza (quantità di luce riflessa)     

Alcuni esempi:

Il verde, colore senza dubbio predominante nel mondo vegetale, ha votazione positiva in tutte le culture, essendo in grado di generare un senso di benessere, rilassamento e serenità.

L'importanza del colore nei nostri giardini

Il marrone invece è associato a cibo andato a male, alla sporcizia, provocando un senso di disgusto.

Viceversa, i toni del blu chiaro, dell’azzurro, sono apprezzate dalle persone perché universalmente ricordano acque cristalline e cielo terso.

Ecco allora qualche dritta per dare sfogo alla vostra creatività e, perché no, al vostro umore.

Colori per stimolare

Sono colori che inseriscono intensità ed energia ad uno schema

Giallo brillante (girasole, eliantemo, senecio)

L'importanza del colore nei nostri giardini

Arancio e rosso abbagliante   (cosmos, penstemon, papavero)

Colori per rasserenare

Sono colori recessivi, che tendono a scomparire se posti in secondo piano, quindi si possono impiegare per dare un senso di profondità e spazio a piccoli giardini.

Accostamenti di lilla e viola (allium, lavanda, pervinca)

L'importanza del colore nei nostri giardini

Abbinamenti di azzurro e blu (lobelia, agapanto, plumbago)

Verde per creare ombra ed equilibrio (acanto, achillea, agapanto)

 

Importante anche valutare, oltre alle architetture circostanti, anche  le stagioni nella progettazione del giardino; ogni stagione ha infatti le sue peculiari fioriture.

Da ricordare infine che uno schema monocromo può diventare interessante se annovera foglie di dimensioni e forme diverse, e piante con più portamenti.

Speriamo di avervi dato con questa breve infarinatura il desiderio di migliorare visivamente i vostri spazi verdi.

Per ulteriori approfondimenti si consiglia la lettura del testo ” I colori dei fiori” di Mary Moody.

L'importanza del colore nei nostri giardini

 

 

Tag

  • colori
  • fiori
  • gardens
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Potrebbe interessarti: