Stress sul posto di lavoro? Qualche consiglio per combatterlo

Stress sul posto di lavoro? Qualche consiglio per combatterlo

L’ambiente di lavoro è spesso stressante e privo di stimoli. Le persone si sentono inglobate in esso e sembra non esserci una soluzione… Ma se, invece, ci fosse?

Il posto di lavoro dovrebbe un luogo tranquillo e senza particolari stress, da vivere con impegno ma allo stesso tempo in tranquillità.

Questo ovviamente non è sempre possibile e, anzi, si sente troppo frequentemente parlare dell’ambiente lavorativo come un luogo da incubo.

Gli uffici sono spesso freddi e asettici e i lavoratori non sono motivati a lavorare bene perché privi di stimoli.

Non c’è una soluzione definitiva al problema ma ci sono alcuni accorgimenti che potrebbero migliorare drasticamente la situazione. Ecco qualche esempio.

La presenza di animali

La rete delle cliniche veterinarie The Banfield Pet Hospital” ha effettuato una ricerca su circa mille dipendenti ed è emerso che la presenza di animali sul posto di lavoro ha realmente avuto un impatto positivo sull’azienda, aiutando a creare un clima più favorevole e di conseguenza più produttivo.

La presenza di animali migliora drasticamente l’umore delle persone che lavorano in ufficio.

Accarezzare un animale è considerato uno dei migliori antistress. Permette infatti di distaccarsi temporaneamente dal lavoro che si sta svolgendo e il movimento che si fa per accarezzarli aiuta a ridurre gli spasmi della muscolatura e quindi l’ansia.

Inoltre, permette ai proprietari di animali di non avere sensi di colpa per aver lasciato il proprio animale domestico a casa per molte ore.

La stessa ricerca condotta dalle cliniche veterinarie ha anche notato che il 73% dei lavoratori accetta più facilmente un’offerta di lavoro se l’azienda prevede la possibilità di portare il proprio animale in ufficio.

In varie parti del mondo e in particolare negli Stati Uniti la presenza di animali negli uffici è cosa ormai solida, almeno un’azienda su cinque li accoglie.

Ma in Italia?

Anche in Italia è sempre più diffuso, infatti nel 2020 a Milano, è stata approvata una legge che comporta la possibilità di portare gli animali al lavoro.

Secondo la responsabile dell’ufficio animali del comune di Milano vedere cuccioli in ufficio favorisce un ambiente migliore e più rilassante, stimolando la creatività e la convivialità fra colleghi.

Naturalmente questo non vale per tutti gli animali, non tutti hanno il carattere adatto ad un ambiente di lavoro, potrebbero stressarsi e non aiutare a migliorare la situazione.

Stress sul posto di lavoro? Qualche consiglio per combatterlo

Ascoltare la musica sul lavoro

Un altro accorgimento per favorire serenità sull’ambiente di lavoro è ascoltare la musica.

Alcuni studi scientifici, infatti, dimostrano che, quando si ascolta la musica, il nostro cervello rilascia dopamina ovvero una sostanza chimica che aiuta l’organismo a rilassarsi.

Quindi aziende e organizzazioni possono sfruttare la musica a loro “vantaggio”, stimolando così i dipendenti, ottenendo risultati migliori e creando un ambiente più favorevole.

Non tutte le musiche sono adatte, alcune come l’hardcore o il metal distrarrebbero solamente, bisogna scegliere musiche rilassanti e di sottofondo in modo da creare un’atmosfera tranquilla.

Stress sul posto di lavoro? Qualche consiglio per combatterlo

La presenza di piante

Anche arricchire l’ambiente con delle piante può contribuire a rendere migliore un posto di lavoro.

Infatti, secondo la Nasa, esse sono in grado di assorbire le sostanze volatili che possono creare problemi respiratori.

Grazie a loro l’aria in ufficio sarà più pulita e, quindi, più vivibile.

Inoltre, annaffiare e prendersi cura di piante in ufficio aiuta a rilassarsi e a prendersi un momento per sé distaccandosi dagli impegni lavorativi.

Stress sul posto di lavoro? Qualche consiglio per combatterlo

Il colore delle pareti

Infine è necessario citare anche un aspetto che a primo impatto può sembrare scontato ma che di fatto non lo è.

E sembrano essere poche le aziende che in effetti ci pensano.

Parliamo di armocromia ovvero la disciplina che studia come i colori agiscano sull’essere umano a livello fisico e mentale.

Ma quale scegliere per un ambiente di lavoro?

Se si vuole creare un ambiente lavorativo rilassato sarà meglio scegliere un colore freddo, l’azzurro, per esempio, genera un effetto rilassante e un senso di serenità e il verde favorisce l’equilibrio.

Mentre se si vuole stimolare la creatività è meglio scegliere un colore caldo come il giallo.

 

Per concludere, non sappiamo se questi accorgimenti possano davvero servire a vivere il lavoro con serenità ma, sicuramente, possono aiutare a rendere l’ambiente più accogliente.

a cura di Elena Massaro

Tag

  • ambiente
  • animali
  • lavoro
  • musica
  • piante
  • Stress
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Potrebbe interessarti: