Las Fallas: lati positivi e negativi della festa fra tradizione e attualità

Las Fallas: tradizione e attualità

A Valencia da poco sono terminati i festeggiamenti per Las Fallas, una festa tanto controversa quanto sentita dalla comunità.

Chi almeno una volta è stato in Spagna, ha avuto modo di appurare che la nazione non s’identifica come un unico territo ma che giuridicamente e, soprattutto, a livello identitario è un paese che comprende 17 comunità autonome con diverse culture e caratteristiche geografiche. Ogni comunità, soprattutto negli ultimi decenni, sta rivendicando la propria identità e per questo anche le trazioni divengono un punto fondamentale di questo processo. Nella comunità valenciana c’è un forte sentimento di appartenenza e per questo tra le varie trazioni che perpetuano nel tempo, c’è Las Fallas. 

Le Fallas sono molto più di una semplice festa; rappresentano infatti un tributo alla creatività, alla satira sociale e alla tradizione valenciana. Le origini di questa festività risalgono al XIV secolo, quando i carpentieri della città bruciavano i materiali inutilizzati alla fine dell’inverno in onore di San Giuseppe, patrono dei falegnami. Questa pratica si è evoluta nel corso dei secoli, trasformandosi in un festival di grande magnificenza e importanza culturale.

L’elemento centrale sono le “fallas” stesse, imponenti e intricate sculture di cartapesta e legno che rappresentano figure e scene satiriche della politica, della società e della cultura contemporanea.

Il culmine delle celebrazioni avviene durante l’evento conosciuto come “La Cremà”,  nella notte del 19 marzo quando le fallas bruciano. Questo momento rappresenta il rinnovo e la rinascita simbolicamente ma anche materialmente, perché sono giorni in cui l’intera città è in festa, quindi vengono abbandonate le convenzioni sociali e tutto assume una forma più gioviale e lenta.

L’aspetto economico della festa

Las Fallas rappresentano non solo un momento di svago ma un vero e proprio diritto che i cittadini valenciani rivendicano, innanzitutto perché questo spettacolare evento rappresenta anche un momento cui l’economia della comunità valenciana subisce un notevole slancio. Soprattutto per alcuni settori: quello turistico, in quanto con l’arrivo dei numerosi turisti che affollano la città i lavoratori nei settori dell’hotel, della ristorazione, dei trasporti e dei servizi turistici registrano un aumento significativo della domanda. Quello artigianale, perché gli artigiani sono coinvolti nella preparazione delle Fallas ed inoltre anche il commercio local vede un incremento delle vendite grazie ai visitatori.

Il lato negativo dei festeggiamenti

Il diritto della comunità valenciana a celebrare una festa così importante, accomunato ai notevoli vantaggi economici che la festa trae all’economia locale, oscura quelli che sono i lati negativi  che un evento di queste dimensioni ha sulla città. Molti sono i cittadini soprattutto autoctoni che decidono di lasciare la capitale valenciana per i giorni della festa per trasferirsi nelle seconde case. Questo soprattutto perché durante Las Fallas tutti i servizi assistenziali sono limitati dai festeggiamenti, che possono durare anche tutta la notta impedendo il riposo di coloro che vivono vicino al centro. Infatti moltissime persone che non fanno parte delle case fallere, ovvero le piccole organizzazioni di quartiere che partecipano attivamente alla costruzione delle fallas e della festa stessa, non condividono questo sentimento di appartenenza con la festa.

Anche per quanto riguarda il tema dei lavoratori dipendenti c’è un lato negativo legato ai festeggiamenti, infatti coloro che lavorano nei settori dell’ospitalità, della ristorazione e del turismo, le celebrazioni delle Fallas significano spesso lunghi turni e condizioni di lavoro intense. L’afflusso di visitatori può portare a una maggiore pressione sui lavoratori, che potrebbero dover far fronte a turni più lunghi e a un aumento del carico di lavoro per soddisfare la domanda. L’aumento dell’attività durante le Fallas può anche aumentare il rischio di incidenti sul lavoro, specialmente per coloro che lavorano nel settore dei servizi, ad esempio per il rischio di scottature nei ristoranti affollati o per gli incidenti causati dal traffico intenso nelle strade.

Inoltre molti lavoratori temporanei vengono assunti per gestire l’afflusso di visitatori durante le Fallas. Tuttavia, questo tipo di impieghi spesso comporta condizioni di lavoro precarie, come bassi salari, mancanza di sicurezza occupazionale e mancanza di benefici. Dopo le celebrazioni molti di questi lavoratori potrebbero trovarsi senza occupazione o con possibilità limitate di lavoro continuativo. Ma a contare talvolta in questo calcolo rischi/benefici sono anche i rischi per la salute, infatti alcuni lavoratori potrebbero essere esposti agli effetti collaterali delle celebrazioni delle Fallas, come l’inquinamento atmosferico causato dalla combustione delle fallas o il rumore notturno generato dalle feste e dai fuochi d’artificio.

Un sentimento controverso

Sondando il sentimento dei cittadini valenciani, esce quindi un quadro un po’ differente rispetto a quello che comunemente si potrebbe pensare. Las Fallas restano certamente un momento di forte valore sociale, patriottico ed economico per la comunità valenciana. Ma non per tutti i cittadini questo sentimento è uguale, anzi per alcuni questi giorni di festa rappresentano un momento di grande stress quotidiano. Il fatto che, come dicevamo, molte persone lascino la città nei giorni dei festeggiamenti comporta ad esempio ulteriori costi economici, soprattutto per coloro che hanno in famiglia persone con disabilità o malattie croniche.

Tenendo conto anche di queste situazioni, lo stesso Ayuntamento ha deciso che per il prossimo anno sarà limitato l’accesso ai fuochi e ad alcune fallas, in modo da non “molestare” i cittadini. In sostanza, come per qualsiasi grande evento, ci sono lati negativi e positivi, pertanto probabilmente andrebbero rivalutate le modalità di svolgimento e le sue ripercussioni sui lavoratori, soprattutto in vista del notevole e sempre crescente aumento dei turisti registrato negli ultimi anni.

Tag

  • festa cittadina
  • festeggiamenti
  • valencia

Potrebbe interessarti: