“Tornare a investire”: idealistica possibilità?

“Tornare a investire”: idealistica possibilità?

by -
1403
WIS2015

Il 10 e l’11 Settembre 2015 si terrà a Riva del Garda la XIII edizione del workshop sull’impresa sociale dedicato al tema “Tornare a investire”, organizzato da Iris Network (Istituti di Ricerca sull’Impresa Sociale). Molteplici e accattivanti le tesi dibattute all’interno del programma.

“Qual è la via da percorrere per rigenerare senso, socialità, economia, istituzioni?”

tornare a investireQuesta la domanda che si pone Iris Network alle soglie della XIII edizione del workshop sull’impresa sociale dal tema “Tornare ad investire”. Un quesito posto ormai dalla maggioranza della popolazione e in particolare dal settore giovanile che, apprestandosi ad entrare nel mondo del lavoro, vede sempre più le possibilità di scelta sull’individuale percorso carrieristico ridursi, fino ad arrivare ad una vera e propria “utopia del lavoro” e all’ancor più catastrofica immobilità sociale. Nell’odierno panorama pessimistico che si configura, dove investire risulta essere sempre più complicato, l’unica possibilità è quella di un cambiamento radicale e permanente: abbattere i vecchi schemi economici, sociali e istituzionali, al fine di costruire nuove opportunità.

terzo settoreEd è proprio sul cambiamento che Iris Network vuole improntare il workshop, concentrando gli interventi su quali opzioni siano percorribili al fine di “Tornare ad investire”. Nel manifesto dell’evento viene esplicitato come il nuovo quadro normativo, l’accumularsi di risorse dedicate (di varia natura e provenienza), ma soprattutto la necessità di nuovi modelli di servizio e di business, a fronte della crisi di quelli tradizionali e ormai antiquati, nonché l’esigenza di riacquistare la legittimità ormai svalutata dai recenti scandali, rappresentano importanti sollecitazioni per l’impresa sociale. In questa ottica, la propensione all’investimento costituisce una variabile cruciale per osservare l’evoluzione dei comparti imprenditoriali che si trovano in una delicata fase di sviluppo.

Con l’obiettivo di “Tornare ad investire” quindi, le tematiche su cui si cercherà di approntare un dibattito costruttivo riguarderanno gli investimenti compiuti da imprese sociali, concentrandosi sia su esperienze già avviate e consolidate, sia sulle più recenti start up. L’intento è di cogliere, nelle scelte compiute dalle organizzazioni e dai loro principali interlocutori, le condizioni per l’avvio definitivo di un nuovo ciclo rigenerativo, volto ad affermare questo modello d’impresa come uno dei principali fattori di sviluppo economico e coesione sociale.sharing economy

La fase preparatoria del workshop sarà dedicata alla raccolta di iniziative di investimento promosse da imprese sociali; questo processo consentirà di costituire una banca dati conoscitiva, esperienziale e biografica che si focalizzi sulle principali implicazioni derivanti da investimenti su nuovi servizi, poiché l’obiettivo principale dell’intero congresso è quello di investire in progetti innovativi. Al fine di organizzare al meglio i contenuti, Iris Network propone una schematizzazione che si snoda attraverso le “4 erre” dell’investimento sociale, parole chiave di una proposta di sviluppo innovativo: reputazione, risorse, rischio e risultato.

Tra le ambiziose conferenze quali “Beni comuni e impresa sociale: un connubio per generare nuove economie”, o “Spazio all’upcycling: l’economia circolare del riuso dalla nicchia al distretto”, ne spicca una in particolare, che si terrà il giorno 11 Settembre, riguardante le innovazioni che investono il terzo settore e lo collegano indissolubilmente al ramo economico: “Nuovi modelli: come la sharing economy trasforma il terzo settore”; le argomentazioni esposte durante la conferenza riguardano apertura e condivisione, oltre che impatto sociale; attraverso le tesi espresse, i relatori vogliono dimostrare come possa essere vitale per la collettività l’uso delle piattaforme di condivisione. Sharing, appunto: sinonimo di comunità, ma in particolare di partecipazione attiva, per la realizzazione di un futuro che attraverso i nuovi diktat dell’economia coinvolge il sociale, con l’aspirazione di “Tornare a investire”.

LASCIA UN COMMENTO