Pagare le multe con lo sconto, guida rapida

0
1799

Il 21 agosto scorso, con il decreto del Fare, è stata introdotta la possibilità di poter pagare le multe per violazione del Codice della Strada con uno sconto del 30%, ma fino al 16 settembre non è stato chiaro con quali modalità.

In primo luogo bisogna chiarire che non tutte le multe hanno diritto allo sconto, ma solamente quelle sanzioni che comportano la sospensione della patente o la confisca del veicolo, sanzioni pecuniarie penali (ad es., per guida in stato di ebbrezza grave), sanzioni per le quali il pagamento in misura ridotta sia escluso (ad es., inversione su autostrade e strade extraurbane principali). Può invece usufruire dello sconto il trasgressore che, fermato senza assicurazione, provveda ad assicurare il veicolo entro 15 giorni.

Da ricordare, inoltre, che lo sconto del 30% è da applicarsi solo sull’importo della sanzione, mentre le spese di notifica andranno pagate per intero.

Per usufruire dello sconto il pagamento della multa deve avvenire entro 5 giorni dalla notifica del verbale di contravvenzione, oppure entro 5 giorni dal giorno in cui vi è stata la contestazione immediata, ovvero dal momento in cui il trasgressore è stato multato dalle forze dell’ordine.

Il Ministero degli Interni, con sua circolare ministeriale, ha chiarito le modalità con le quali poter effettuare il pagamento in forma ridotta:

– mediante versamento all’ufficio postale, utilizzando un bollettino “bianco” in cui indicare il numero di conto corrente postale 1014381568, intestato a: “MINISTERO DELL’INTERNO – CNAI – INCASSO SANZIONI IN FORMA SCONTATA”;

– mediante bonifico bancario, utilizzando il codice IBAN IT35D0760103200001014381568, intestato a “MINISTERO DELL’INTERNO – CNAI – INCASSO SANZIONI IN FORMA SCONTATA”.

Importantissimo è ricordarsi di riportare i seguenti dati: 

-l’importo (esatto, inclusi i centesimi) dovuto nella misura ridotta del 30%;

-nel campo “causale” il numero e la data del verbale e il numero di targa del veicolo (non va riportato il “Codice Obbligazione” inserito nel plico raccomandato);

-i dati (nome e cognome) del destinatario della notifica.

LASCIA UN COMMENTO