Anteprima nona giornata serie A

0
920

Il nono turno di serie A, quello del debutto del nuovo pallone Nike, non regala partite di cartello. La capolista Roma farà visita all’Udinese, insidiosa quando gioca tra le mura amiche, e sarà interessante valutare la forza della squadra di Garcia priva del suo capitano Totti e della rivelazione Gervinho. Un risultato positivo aumenterebbe l’autostima a dismisura.

La Juventus, delusa ma uscita a testa alta dalla sfida del Bernabeu, riceve il Genoa. Le difficoltà possono derivare dall’atteggiamento mentale e psicologico che porta spesso i bianconeri a dei black-out inspiegabili, e non dimentichiamoci che Gilardino è attaccante lucido e cinico. Il Napoli rinfrancato dal martedì europeo attende al San Paolo il Torino di Ventura. E proprio la sfida di Champions mette in luce una invidiabile condizione atletica dei partenopei. Unico neo l’assenza per circa un mese e mezzo di Zuniga. Il Toro, sfavorito nei pronostici, ha una posizione tranquilla in classifica e potrà rendersi pericoloso con le ripartenze di Cerci e Barreto. L’Inter sabato sera ospita la sorpresa (ormai non tanto) Verona che addirittura guarda dall’alto i nerazzurri in graduatoria. Non vince da tre partite e gli scricchiolii difensivi (pesa l’assenza di Campagnaro) iniziano a preoccupare e proprio per questo i veneti hanno tutte le armi necessarie per colpire. Difficile è la trasferta del convalescente Milan che al Tardini contro il Parma dell’ex Cassano è atteso da una prova di conferma dopo le ultime prestazioni positive. Il ritorno di Kaka ad alti livelli visto con il Barcellona e quello di Balotelli fanno ben sperare l’ambiente rossonero. La Fiorentina, reduce dall’impresa contro la Juve, va a Verona a far visita ad un Chievo in grande crisi che non trova la vittoria da parecchie settimane. I viola se terranno la giusta concentrazione per tutti i novanta minuti non dovrebbero avere grossi problemi. Posticipo domenicale sarà Lazio-Cagliari. L’ambiente laziale vive un periodo tribolato, Petkovic non lavora serenamente, la tifoseria mugugna e il match con i sardi, che come al solito mantengono una posizione di assoluta tranquillità in classifica, non è per niente semplice. Sabato alle 18.00 apre la giornata Sampdoria-Atalanta. Delio Rossi dovrebbe confermare la squadra che ha sbancato Livorno mentre Colantuono deve fare a meno di Bonaventura (lesione al flessore) e Lucchini. Classifica alla mano è la squadra ligure a dover fare la partita. Chiudono il nono turno Bologna-Livorno e Catania-Sassuolo. Due incontri di bassa classifica dai contenuti tecnici non esaltanti ma dalle grandi motivazioni. Ultima spiaggia o quasi per il tecnico del Bologna, fanalino di coda, Pioli che riceve un Livorno in calo dopo le prime prestazioni positive. A Catania esordio del nuovo allenatore etneo De Canio che dovrà rivitalizzare e riorganizzare una squadra e un ambiente in depressione. Il Sassuolo, a pari punti in classifica con i siciliani, è abbordabile ma assolutamente non disposto a fare da vittima sacrificale.

LASCIA UN COMMENTO