Il vino è protagonista al Complesso del Vittoriano

0
1030
(Foto OpenMAg)

Il vino è la bevanda degli dei, da Dioniso a Bacco, e rappresenta da sempre un’eccellenza del nostro paese, simbolo del made in Italy di qualità nel mondo.

Furono i greci a portare la vigna nell’italica terra, che chiamarono Enotria, ossia paese del vino, e da allora il vino ha imbandito le nostre tavole e i filari di viti hanno caratterizzato i diversi paesaggi e le diverse identità enologiche delle regioni italiane. A questo straordinario prodotto, parte integrante della nostra cultura, è stata dedicata la mostra “Verso il 2015. La cultura del vino in Italia“, realizzata da Comunicare Organizzando con l’alto patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali. Inaugurato al Complesso del Vittoriano, dove resterà in mostra fino al 30 novembre, il percorso espositivo è a cura del prof. Massimo Montanari, docente di Storia dell’Alimentazione presso l’Università di Bologna, in collaborazione con il Prof. Yann Grappe, docente di Storia del vino all’Università di Pollenzo.

(Foto OpenMag)
(Foto OpenMag)

Nella tradizione vinicola ritroviamo le nostre radici: il vino racconta la storia del nostro paese e delle nostre terre, si intreccia alla musica e alla letteratura. Tutta questa molteplicità di rimandi trova espressione nella mostra che raccoglie pannelli illustrativi, fotografie, video e oggetti d’epoca, organizzandoli in sei sezioni: Il vino tra mito e religione; Alla scoperta dei territori; Dalla terra al bicchiere; Vino e letteratura; Le eccellenze. I grandi Cru d’Italia; Vino e cinema.

L’esposizione precede l’Expo 2015 di Milano, in cui un intero padiglione sarà dedicato proprio al vino. A presenziare all’inaugurazione della mostra al Vittoriano è intervenuto il ministro per le Politiche agricole, alimentari e forestali Nunzia De Girolamo, che ha dichiarato di aver sostenuto con entusiasmo questa iniziativa quale “occasione di ritrovo e confronto per far fronte comune nella tutela delle nostre eccellenza in Italia e all’estero”, e ha aggiunto: “Già molto abbiamo fatto in questa direzione e ancora molto faremo, tenendo presente che questa mostra è il punto di partenza che approderà alla realizzazione del Padiglione delVino all’Expo 2015 a Milano“.

LASCIA UN COMMENTO