Volevamo commentare la nona giornata ma stasera si torna già in campo

0
894

Neanche il tempo di mandare in archivio la 9°giornata di campionato che già siamo alla vigilia del 10° turno che sarà inaugurato martedì sera con l’anticipo Atalanta-Inter. Negli ultimi anni la trasferta di Bergamo è stata avara di soddisfazioni per i nerazzurri di Milano che dopo la vittoria con il Verona sono chiamati ad una prova di conferma. L’Atalanta reduce dalla sconfitta al Ferraris con la Samp quando gioca tra le mura amiche è avversario di assoluto livello. Mercoledì sera la partita di cartello è Fiorentina-Napoli, Pepito Rossi contro el Pipita Higuain. Sfida che, visto l’ottimo stato di forma delle due formazioni reduci da due convincenti vittorie, si preannuncia ricca di emozioni e gol e sfugge a qualsiasi tipo di pronostico (basta ricordare la vittoria dei viola con la Juve). Juventus-Catania è sfida da 1 fisso. I bianconeri, alla seconda consecutiva allo Juventus Stadium, dopo aver vinto abbastanza facilmente con il Genoa non dovrebbero faticare tanto per regolare un Catania che nonostante il cambio di allenatore sembra non riuscire ad imboccare la strada giusta. Milan-Lazio è incontro interessante e delicato. Il Milan visto ieri a Parma è stato a tratti raccapricciante e i limiti tecnici di alcuni giocatori sono evidenti e il distacco dalla testa della classifica è già abissale. I biancocelesti ritrovano il fattore Klose e respirano un po’ di serenità dopo la vittoria con il Cagliari. Il Verona che ha pagato a caro prezzo le disattenzioni contro l’Inter ospita al Bentegodi la Sampdoria che grazie alle ultime due vittorie risale (9 punti) e guarda la classifica con più fiducia. Genoa-Parma è incontro equilibrato, ma le due formazioni arrivano all’incontro con umori opposti. Se il Parma può ritenersi soddisfatto dall’andamento stagionale, il Genoa non può fallire gli incontri casalinghi per rimettersi in carreggiata. Il Livorno, che continua la striscia negativa e che vede la panchina di Nicola fortemente a rischio, riceve il Torino che dopo la proibitiva partita del San Paolo gioca nuovamente in trasferta. Partita dai non eccelsi contenuti tecnici e dal  risultato incerto. Il Sassuolo che prende un buon punto a Catania e che tra le mura amiche deve costruire il bottino salvezza ospita l’Udinese che in trasferta ha raccolto solo brutte prestazioni e sconfitte. I friulani, un po’ sfortunati a dire il vero con la Roma, in questa stagione non stanno offrendo prestazioni all’altezza e l’obiettivo primario, ad oggi, è riuscire a salvarsi con tranquillità. Il Bologna, dopo aver salutato la sua prima vittoria in campionato, privo del suo leader Diamanti (squalificato) incontra al Sant’Elia il Cagliari che viaggia serenamente nelle posizioni di media classifica.  Giovedì è il giorno della capolista inarrestabile Roma che all’Olimpico affronta il Chievo Verona. Il classico testa-coda che difficilmente potrà riservare sorprese. I giallorossi che hanno eguagliato il record di vittorie iniziali consecutive della Juventus di Capello non sembrano avere punti deboli e se anche la sorte sta dalla loro parte (come è successo ad Udine) la partita contro i clivensi, che danno ancora fiducia a Sannino, dovrebbe essere poco più che una formalità. La fuga degli uomini di Garcia allunga una classifica che altrimenti sarebbe abbastanza compatta nelle prime posizioni.

LASCIA UN COMMENTO