Incredibile Basile segna a 2 secondi dal termine

0
1078

Un sempre verde e strepitoso Gianluca Basile,  mette a segno 2 secondi e mezzo dal termine il canestro della vittoria e  regala due punti importantissimi all’Orlandina Basket . I ragazzi di coach Pozzecco continuano a entusiasmare i propri tifosi con un susseguirsi di emozioni uniche conquistando la terza vittoria consecutiva nel campionato di Lega Gold.

Grande entusiasmo già prima dell’inizio della gara, con la Banda Nuautri che espone lo striscione “31-10-13 Grazie!”, per ringraziare la squadra per la vittoria nel derby di giovedì a Barcellona.

Il tabellino:
Upea Orlandina Basket – Tezenis Verona 64-63 (20-18; 40-36; 50-53)
Orlandina Basket: Basile 14, Laquintana, Benevelli, Nicevic 16, Portannese 3, Mays 18, Archie 10, Cefarelli 3, Busco e Ciribeni n.e. Coach: Gianmarco Pozzecco.
Tezenis Verona: Grande, Smith 7, Taylor 16, Reati 3, Carraretto 4, Boscagin 6, Callahan 14, Gandini 2, Da Ros 11, Salafia n.e. Coach: Alessandro Ramagli.

Le Pagelle dell’ Orlandina, di G.L., dalla Gazzetta del Sud

Mays: 7,5. Spadella da tre (2/9) ma è determinante per lo stacco nei finali dei due primi parziali ed il prodigioso recupero negli ultimi 5’. Gambe esplosive e rapidità gli permettono di vincere la sfida con Smith. Anche 4 assist, 2 palle recuperate, 6 falli subiti ed Mvp con Taylor con 21 di valutazione.

Portannese: 6,5. Non ricevuto al tiro ma si applica, con sacrificio ed intensità, nella marcatura di Smith, limitandolo nei momenti decisivi. Il -2 di valutazione è una immeritata severità.

Basile: 8,5. Un voto e mezzo in più per il pazzesco canestro della vittoria. Tiene bene il campo per quasi 36’, fa cose utilissime in difesa, le percentuali non sono quelle di Barcellona ma bastano per operare la rimonta prima della magia finale. Anche 6 rimbalzi e 20 di valutazione.

Archie: 6,5. Con un maggiore convincimento delle proprie qualità poteva anche far meglio ma lotta gagliardamente contro i lunghi avversari di qualità. Ai 10 punti aggiunge 12 rimbalzi, con 17 di valutazione.

Nicevic: 7. Senza di lui si soffre. Quando esce per quattro falli l’Upea non prende più un rimbalzo, rientra, sistema la difesa e serve a Basile la rimessa per il successo. Ancora in doppia cifra di punti, 3 rimbalzi, anche 3 assist e 18 di valutazione.

Cefarelli: 6. Si distingue nella battaglia giocando 10’ con una tripla, 2 rimbalzi e sofferenza davanti ai dirimpettai di altro calibro.

Laquintana e Benevelli: Senza voto. Poco in 7’ di impiego complessivo.

Pozzecco: 7,5. Non chiama il fallo sull’ultimo possesso di Smith ma recupera bene i giocatori dopo il derby e alza l’intensità difensiva con i giusti cambi. La vince ancora affidandosi, in attesa del rientro di Soragna, ai magnifici “5”.

Interviste post Capo d’Orlando –Verona, di Antonio Puglisi, dalla Gazzetta del Sud

Un Ramagli decisamente scuro in viso apre la conferenza stampa post partita.
“La partita che purtroppo nel commento deve riferirsi quanto accaduto alla fine, giocata sul filo dei nervi, con errori da parte di entrambi e vinta da una giocata irripetibile di Basile, per il resto ho visto due squadre che si solo equivalse. Ho cercato di alternare le difese ma tutto si condensa nel finale e chiunque avesse vinto lo avrebbe meritato”. Cosa non sta funzionando nella sua squadra? “Queste quattro sconfitte consecutive ci pesano inutile negarlo. Abbiamo buttato via una partita a Triste e da lì non abbiamo più vinto. Non vincere a Capo d’Orlando non è una cosa così assurda, è una squadra veramente forte e perdere in questo modo mi fa stare comunque male. A due secondi e mezzo dalla fine si pensavo di aver vinto poi ci ha pensato Basile ha farmi tornare nell’abisso”.
Per l’Upea si presentano Pozzecco, Enzo Sindoni e Gianluca Basile. Un siparietto iniziale testimonia l’allegria e la felicità per il risultato ottenuto. Coach Pozzecco esordisce:“Dedichiamo questa vittoria a Matteo Soragna. Ci stancando molto ed è il primo nostro pensiero. Poi ai ragazzi tutti che a poche ore dal derby avete visto che partita hanno fatto. Ed infine se Baso è qui è grazie ad Enzo e abbiamo vinto grazie a “Baso””.
Gianluca Basile. “Devo fare i complimenti a Verona che dopo tre sconfitte consecutive è veuta a giocare qui una partita pazzesca. Noi venivamo da una partita giovedì dove abbiamo consumato energie fisiche e mentali notevoli e per noi è stata ancora più dura. Abbiamo anticipatola Pasqua con una settimana veramente santa”. Capisci che da stasera sarai l’eroe d Capo d’Orlando? “Ma io non sono così perché adesso sarà difficile ripetersi. Oggi loro hanno difeso veramente bene ma grazie anche all’aiuto del pubblico siamo sempre rimasti attaccati. Riconosco di aver commesso due errori difensivi su due canestri finali di Verona ma per fortuna sono riuscito a riscattarmi al fil di sirena. L’importante è crederci sempre nonostante la rimessa disegnata dal Poz (una risata evidenza il fatto che pare fosse stata diversa da come poi effettuata ndc). Avevate un fallo da spendere a 5 secondi dalla fine prima della penetrazione. Il rischio corso è stato grandissimo.
“E’ stata una stupidaggine incredibile che abbiamo fatto. Sono dei momenti che uno ala fine crede di poter tenere ma sono attimi. E’ andata così, abbiamo rischiato, ma siamo consapevoli che sono cose che non devono più capitare”.
Il presidente Enzo Sindoni:“Dopo aver battuto Barcellona credo che oggi abbiamo sconfitto un’altra squadra tra le più forte del campionato. I ragazzi hanno capito cosa vogliamo qui a Cao d’Orlando. Dare il massimo sempre senza mai mollare ed oggi mi hanno dato conferma che hanno recepito al meglio il nostro messaggio”. Senza Nicevic troppi problemi soprattutto in difesa. Mays gioca 39 minuti. Quanto può continuare con una coperta così corta questa squadra? “Speriamo di integrare Matteo al più presto. Cefarelli oggi ha giocato dieci minuti pesanti. Laquintana e Benevelli possono toglierci tante castagne dal fuoco in futuro. Non intendiamo tornare sul mercato per integrazioni in squadra come non voglio sentir parlare di fortuna come di sfortuna non si è parlato a Brescia la prima di campionato”.

(foto di Joe Pappalardo)

LASCIA UN COMMENTO