Juventus-Quagliarella. Una storia “d’amore” che non vuol finire?

0
1037

Tranquilli è di nuovo tutto a posto. Non ci sarà un nuovo caso di duro scontro fra giocatore e società. Questa volta, dopo un’incomprensione, si è arrivati alla lieta notizia. Tutto proseguirà come prima.

Certo, ora per il giocatore il campo diventerà un miraggio. Ma non fa niente. È stato lui stesso a decidere di rimanere per guadagnare fino a fine stagione quasi due milioni di euro. Cifra, che chi aveva fatto un timido approccio a gennaio per proporgli un trasferimento, non poteva certo garantirgli. Stiamo parlando di Fabio Quagliarella e la Juventus. Sabato 1 Febbraio, Reja racconta di come la Lazio abbia ricevuto dieci rifiuti nell’ultima giornata di calciomercato. L’attenzione, in particolare, si concentra sull’attaccante bianconero. A detta di Tare, D.S. biancoceleste, questi avrebbe declinato l’offerta per adesso, ma avrebbe lasciato una porta aperta per giugno. Lunedì 3 Febbraio, le società impegnate nelle competizioni europee presentano la lista dei giocatori che potranno prendervi parte. Guarda caso la Juventus non inserisce Quagliarella. Questo non stupisce perché, con l’arrivo di Osvaldo e il mancato trasferimento di Vučinić, Conte opta per altre scelte. Subito si parla di giocatore fuori rosa che si allenerà a parte, e in orari diversi, rispetto al resto della squadra. Il D.G. bianconero Marotta si precipita a smentire. Fatto sta che dalle parti di Vinovo, insieme al resto della squadra, per due giorni, non si vede l’attaccante nato a Castellammare di Stabia. Poi finalmente il ripensamento. Quagliarella tornerà ad allenarsi con il resto del gruppo già da oggi (6 Febbraio). Un nuovo caso Pandev (che nel 2009 venne messo fuori rosa dal presidente Lotito per alcune beghe contrattuali, e che riuscì poi a svincolarsi dalla Lazio dopo un iter burocratico), è stato scongiurato. Per adesso.

A cura di Valerio Polverisi.

LASCIA UN COMMENTO