Staffetta Letta – Renzi. Sfida tra non votati

0
925

Alle 15 di oggi la direzione del PD sarà la resa dei conti tre Letta e Renzi. Al primo secondo le indiscrezioni è stato offerto il ministero dell’economia, come se all’improvviso all’allenatore della nazionale gli venisse detto di fare il preparatore atletico, un lavoro onorevole ma pur sempre un declassamento. Renzi sembra vole bruciare le tappe. Non gli basta aver perso e vinto a distanza di poco le primarie, non gli basta comportarsi come se fosse all’opposizione e non gli basterà mai non essere al primo posto. Corre il serio rischio di bruciarsi, anche se in Italia nessuno si brucia per sempre, anzi restano tutti per decenni anche se hanno preso epiche bastonate. Con così poco tempo a disposizione per cambiare le cose, forse riuscirà a fare la legge elettorale, ma quella la stava già cambiando con Berlusconi. Al momento è inutile aggiungere altro, questa sera saremo a parlare di altro. Una cosa è certa: ormai per fare il presidente del consiglio non bisogna essere votati.

LASCIA UN COMMENTO