Vini e design: La Montina trionfa al Luxury Packaging Awards

0
2000
la montina

Grazie a l’azienda La Montina si aggiudica l’importante premio internazionale. un grande riconoscimento al vino e alla creatività italiana

Che l’Italia sia apprezzata in tutto il mondo per l’abilità stilistica dei suoi designer e l’alta qualità enogastronomica dei suoi prodotti, è oggi un fatto certo. Ma che fosse riconosciuto il valore delle sue creazioni nell’arte del packaging, che idealmente crea un legame indissolubile fra alimento e design, forse in pochi lo sapevano. E così, a ricordarcelo, è arrivato il trionfo a Londra del Franciacorta Rosé Demi Sec de La Montina che, sbaragliando concorrenti agguerriti e blasonati, riporta in Italia l’ambito premio “Luxury Packaging Awards”. Dunque vino e creatività, due punti di forza di questa nostra Italia bistrattata e vituperata.

Il Rosé Semi Sec de La Montina, si sa, è stato precursore di questa tipologia di vino in tutta la Franciacorta, e della stessa Franciacorta detiene il 95% dell’intera produzione. Ad aprile di quest’anno, durante l’ultima manifestazione del Vinitaly, l’azienda vitivinicola aveva presentato in anteprima la completa ristilizzazione della sua veste (dall’etichetta, alla capsula fino al packaging), riscuotendo, da subito, un riscontro di pubblico entusiasmante. La virtuosità del nuovo look ha avuto l’apice nella notte tra il 29 e il 30 settembre scorsi, a Londra, dove il progetto (e nella fattispecie la shopping bag) è stato insignito dell’ambito premio migliore packaging di lusso nella categoria shoppers al “Luxury Packaging Awards”.

Tenute-La-Montina_Barricaia-1024x682

Per uno dei migliori franciacorta italiani, non potevano che riunirsi professionisti ed aziende di eccellenza, tutti rigorosamente “born in italy”. A capitanare la squadra Susanna Bonati, nota per la sua creatività dirompente e innovativa, nonché Direttore della rivista di comunicazione leader in Italia “Comunicando”, chiamata dalla direzione de La Montina espressamente per rivitalizzare uno dei loro prodotti di punta che necessitava di un “tocco charmant femminile” e per impostare le linee guida comunicative dell’azienda. Susanna Bonati ha ideato, progettato e diretto artisticamente il restyling del look del franciacorta Rosé Demi Sec della stessa “La Montina”, tracciando le coordinate di una totale rivoluzione di stile, femminilizzando e dando forme suadenti a un vino di chiaro fascino per il pubblico delle donne.

Al fianco di Susanna, il fratello artistico Mauro Neri, designer dell’intero progetto (titolare dell’agenzia creativa Zen Arte di Varese) e l’artisticamente amato Giò Gatto, inarrivabile produttore delle più uniche borse di carta italiane (Giò Gatto 1984 Torino, italia).
Nulla sarebbe stato senza il gioiello di carta rosa madreperlato (Stardream Coral) della cartiera Gruppo Cordenons, la cui Direttrice Marketing, Katia Tedeschi, ha da subito creduto fortemente nel progetto.

La traccia stilistica che da subito fa la differenza nello shopper è l’illustrazione di una rosa di pizzo che unisce significati e profonde evocazioni emozionali: la rosa, simbolo per antonomasia della delicatezza (da offrire e da ricevere) e dell’intimismo femminile, reinterpretata in chiave pizzo artistico, nero, dinamico che riunisce d’un balzo l’eleganza raffinata e chic con la forza contemporanea ed eterna delle donne.

la-mon46031-445x378

La prima novità assoluta in una shopping bag da vino è lo sviluppo dato allo stesso packaging: orizzontale anziché il classico verticale, steso, invece, sdraiato, per disegnare immediatamente il senso di una vera e propria borsa che fin dal principio del pensiero creativo è stata ispiratrice. Il disegno del pizzo viene poi esplicitato da maniglie nere esse stesse in pizzo annodate a mano all’interno della shopping bag, quasi a rendere omaggio all’emblema universalmente riconosciuto della seduzione femminile. La shopper, poi, viene chiusa da due rivetti in velluto nero che conferiscono, in via definitiva, alla shopper di carta un gusto decisamente glam, che quasi fa dimenticare di avere al braccio una borsa di carta, ma conferisce invece la sensazione di indossare una tendenza…

La confezione della paper bag è stata realizzata completamente a mano, rendendo unico ogni singolo pezzo prodotto. La Montina, che ha così fortemente creduto in tutto l’intero processo di ristilizzazione, può oggi con orgoglio fregiarsi non solo di avere fatto suo un packaging vincitore di un riconoscimento così importante, ma di avere tracciato un trend in maniera così netta.

tenute-la-montina

“Siamo molto orgogliosi e decisamente soddisfatti per il premio che il packaging del nostro Rosé Demi Sec ha ricevuto”, ha dichiarato Michele Bozza, Marketing Manager de La Montina. “Considerata soprattutto la città in cui la manifestazione si è tenuta: Londra, capitale del design internazionale. Occasioni e progetti così speciali rendono unico ciò che facciamo. Ringrazio Susanna Bonati per avere concepito un’idea così innovativa e apprezzata non solo dal pubblico italiano ma anche da quello internazionale. I nostri distributori e contatti all’estero andavano già pazzi per il nuovo look del Rosé Demi Sec; ora faremo fatica a tenerli”.

“Che dire? Sono emozionata davvero! Ci speravo, certo, ma non me lo aspettavo”, esordisce Susanna Bonati. “Quello della rivisitazione della veste del Rosé Demi Sec de La Montina è un progetto che mi ha impegnata senza sosta da febbraio ad aprile di quest’anno. Breve, intenso, pieno, meraviglioso! Da creativa, avere avuto l’onore di collaborare con una delle realtà più prestigiose della Franciacorta, e di avere concepito la visione di un mood e di un’ispirazione così innovativi per la veste di un vino di alta gamma è una grandissima soddisfazione. E lavorare con una squadra come quella con cui ho condiviso questo sogno-diventato-realtà è un motivo di vanto”.

LASCIA UN COMMENTO