Nasce l’attore Paolo Villaggio

0
2990
paolo villaggio

Il 31 Dicembre 1932 nasce a Genova Paolo Villaggio, attore, comico, scrittore, sceneggiatore e conduttore televisivo italiano

Data controversa quella della nascita di Paolo Villaggio, alcuni dicono il 30 altri il 31, in ogni caso vogliamo omaggiare un grande artista.Paolo Villaggio e suo fratello gemello nacquero in una famiglia agiata, il padre era un ingegnere e la madre un’insegnante di tedesco. La famiglia visse dei momenti di difficoltà durante la guerra, ricordati da Villaggio in varie interviste. Dopo il liceo classico, Villaggio si iscrisse alla facoltà di Giurisprudenza, ma la lasciò poco dopo. Dopo aver lavorato come cameriere, Villaggio ottiene un lavoro di speaker per la BBC. Successivamente si dedica al cabaret e lavora a bordo delle navi da crociera. Viene assunto dall’azienda Cosider come organizzatore di eventi, esperienza da cui prenderà spunto per la creazione del personaggio di Fantozzi. Dall’amicizia storica con Fabrizio De Andrè, nasce una collaborazione che porterà Villaggio a scrivere vari testi di canzoni. Nel frattempo Villaggio entra a far parte della storica compagnia teatrale genovese Baistrocchi, famosa per la sua satira politica. Trasferitosi a Milano, Villaggio comincia a lavorare al Derby Club dove conosce Cochi e Renato. Il primo programma televisivo a cui partecipa Villaggio è “Quelli della domenica”. L’attore mostra le sue capacità comiche interpretando il personaggio di Fracchia. Villaggio si dedica in seguito ai programmi radiofonici e alla scrittura di un libro sul ragionier Fantozzi. Da esso nascerà la serie di film che lo renderanno celebre. Oltre al genere comico, Villaggio si cimenta nel 1989 insieme a Benigni nel film di Fellini “La voce della luna”. La sua interpretazione viene premiata con il David di Donatello. Il 1992 è l’anno del film “Io speriamo che me la cavo” diretto da Lina Wertmuller. Nello stesso anno riceve il Leone d’oro alla carriera. Negli anni Novanta dalla collaborazione con Pozzetto nasce la serie dei film “Le comiche”. Dal 2000 Villaggio preferisce dedicarsi al teatro e alla scrittura di libri.

LASCIA UN COMMENTO