Connessioni: buona la prima

0
1289

Una sera per  creare “connessioni” e fare incontrare alcune realtà molto diverse tra loro ma con lo stesso comune denominatore: la passione

Uno dei freni dei giovani italiani è forse la gelosia, e non ci riferiamo certo a quel sentimento che lega o divide due innamorati ma la gelosia che si prova verso le proprie idee e progetti. In Italia si fa fatica a condividere con gli altri per paura che un’idea venga copiata o nel miglior dei casi criticata. Scatta così una sorta di chiusura mentale che porta si a riempirsi la bocca di frasi come “facciamo rete”, salvo poi custodire gelosamente, appunto, il frutto della propria creatività per proteggerlo da possibili plagi. Ecco, credo che Federico Insabato quando ha pensato a Connessioni ha fatto il ragionamento inverso, e lo ha fatto già nel nome, a sottolineare il “collegamento” tra diverse realtà  molto diverse tra loro, creative e imprenditoriali che operano soprattutto a Roma. Federico, creatore di Yogaur – Naturale Benessere di idee e progetti realizzati ne ha molti, anche con noi di OpenMag, grazie ai contributi che fornisce alla rubrica Benessere.

Quando dico realtà diverse tra loro non lo dico a caso. C’era di tutto il 28 gennaio a Via Dei Lucani 37, ad iniziare dal padrone di casa, il Panico Lab –  “37” appunto, Gabriele Settimelli architetto e designer che crea, lavora e vive in un luogo caldo e accogliente. Svolgere un appuntamento in luogo del genere ti mette già a proprio agio, ti muovi in mezzo al lavoro e gli elementi di arredo e avverti la passione di chi anima quelle stanze, condividendole con un ragazzo greco e la sua Europa, ma soprattutto la sua idea di Grecia in Europa.

 

Nella cucina inizia il suo lavoro ore prima dell’arrivo di tutti la chef Celeste David di In-Tolleranze, impegnata a preparare il buon cibo che ci accompagnerà nelle ore successive. Un menù sfizioso, tutto vegan e, fatta eccezione per la panzanella, tutto glutenfree. Celeste cucina con il sorriso e con la passione. Lei mi racconta con precisione e dovizia di particolari il menu, di cui non ricorderò mai tutti piatti e gli ingredienti, ma non dimenticherò l’ottimo sapore. Il “ristorante” di Celeste si muove con lei, in tutte le case che vogliono assaporare la sua cucina, non solo vegana.

Luci e musica giusta, quella selezionata da Dawei, e le stanze che pian piano si riempiono di persone, alcune decine. Ci si presenta, a scambiare le prime esperienze e i biglietti da visita anche loro molto diversi tra loro. Mi piace subito quello dei ragazzi di Fuori Registro, già nel materiale biglietto si intuisce quale è il loro pensiero sulla sostenibilità. Fuori Registro è una serigrafia artigianale su tessuti biologici e/o equo e solidali. Per loro e gli altri 7 minuti a disposizione per presentarsi.

Alessandro Rubinetti ci parla del suo Teatro Reale. Con la sua compagnia, Alessandro, fa rivivere storie e personaggi nei luoghi di Roma in cui le vicende sono realmente accadute. Pensate alla forza delle recitazione a Ostia Antica o il Cimitero Acattolico, l’interpretazione di uomini e le donne nei luoghi dove si è fatta la Storia.Le sorelle Serena e Siliana Arena, giovani fashion designers con diverse creazioni realizzate e un passato da youtubbers molto seguite ci parlano della loro idea di moda e delle suggestioni che le ispirano come per la collezione Vafudhr. Il fotografo Alin Costache per i suoi scatti usa la luce naturale. Specializzato in servizi fotografici di maternità, neonati, bambini, famiglie e matrimoni, raccontando con le immagini le storie delle persone in momenti importanti della loro vita. Con passione Mayde Trinchera presenta il suo Laboratorio di scrittura creativa, un progetto rivolto a tutti: sia chi si vuole cimentare la prima volta con la scrittura, sia chi vuole perfezionarsi e imparare, grazie alle esercitazioni pratiche, nuove tecniche.

E anche noi in 7 minuti raccontiamo le realtà di i2mfactory, di come possa fornire strumenti utili a qualsiasi attività professionale e creativa, e OpenMag, con la nostra voglia di raccontare storie. Storie come quelle accennate qui sopra e le altre che verranno presentate al prossimo appuntamento di Connessioni che un Federico Insabato soddisfatto fissa per il prossimo mese di marzo. Il format ha funzionato e noi ci saremo.

 

885962_10205093340546618_1799000662328128636_o - Copia

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO