Fantacalcio: Top & Flop della 24a giornata

0
769
cover top e flop 24 fantacalcio

Con il derby della Lanterna si è concluso quello che un buon fantacalcista potrebbe definire l’ennesimo snervante “spezzatino” relativo alla 24a giornata di campionato e fantacalcio


Possiamo finalmente tirare le somme per valutare Top & Flop in chiave fantacalcistica, dicendo sin da subito che non ci sono state grandi sorprese, a parte la tanto attesa terza vittoria consecutiva dell’Inter che ha commosso l’Italia intera.
Ed è proprio da Cagliari-Inter che arriva il primo Flop e si tratta ancora di Podolski che porta a casa un altro 5 in pagella.  Quando un attaccante prende un’insufficienza nonostante la sua squadra vinca c’è sempre qualcosa che non va, a volte è un rigore sbagliato o un gol mangiato davanti alla porta o bravura del diretto marcatore ma per Capuano (5), Avelar (4), Rossettini (5) e Ceppitelli (5,5) non è stata una bella giornata. Podolski è riuscito nuovamente ad annullarsi da solo. Un ectoplasma in vacanza.
Tra i Flop, c’è spazio anche per Mauricio, per l’occasione catastrofico centrale della Lazio che ha regalato a Dybala il gol del vantaggio rosanero. Per lui 4 in pagella, come uno Cana qualsiasi.
Il terzo ed ultimo giocatore che abbiamo scelto è il napoletano Mertens:  entra in campo e gli bastano 5 minuti e 33 secondi per farsi espellere. Record per questo campionato, complimenti!

Elencati i peggiori e data una pacca virtuale sulla spalla a chi disgraziatamente li aveva in campo, passiamo alle gioie di giornata: vogliamo premiare innanzitutto l’acquisto che forse è stato un pò sottovalutato nel mercato invernale, quel Salah arrivato a Firenze in cambio dell’ottimo Cuadrado e che è già a quota 2 gol in appena tre presenze (leggasi: spezzoni di partita). Un cecchino a centrocampo che premia i propri fantallenatori con il secondo 7+3 di fila. Beato chi ce l’ha in rosa, indubbiamente Salah è un crack.
Tra i Top ovviamente c’è anche Maccarone che con il suo 7,5+6 si è rivelato decisivo per la convincente vittoria dell’Empoli contro il Chievo. 5 gol nelle ultime quattro partite per Big Mac, 35 anni e tanto cuore.
Conclude il podio dei Top il laziale Candreva, il suo 7,5+3 (gran gol) basterebbe a giustificare la sua presenza, ma le risate che ci ha fatto fare stampandosi contro le grate sotto la curva durante l’esultanza ne rafforzano i meriti. Decisivo e fantozziano.
Ed anche per questa settimana è tutto, non resta che rinnovare la nostra antipatia nei confronti degli “spezzatini” ed augurare buon +3 a tutti.

LASCIA UN COMMENTO