I migliori locali street food di Roma

0
2417
pizza

La moda dello street food ha portato alla nascita di centinaia di locali specializzati in pizze, panini, fritti, piatti tipici regionali, piadine, kebab e chi più ne ha, più ne metta

Roma è una grandissima città, e in una grandissima città con milioni di potenziali clienti ci sono una miriade di locali, alcuni ottimi e consigliati, altri che rovinano l’esperienza del cibo da strada.

Come orientarsi nella Capitale, e assicurarsi di assaggiare solo il meglio del meglio del cibo da strada che offre?
Ecco una breve lista, con annessa una breve recensione, di alcuni locali consigliati, divisi per piatto forte e zona.

Pizze al taglio

Iniziamo con una mini lista riferita alle pizze al taglio più apprezzate dagli “utenti recensori” di TripAdvisor e delle pagine facebook dei locali di riferimento.

Pizzarium, quartiere Prati, via della Meloria, 43. Gabriele Bonci è lo chef artista che ha reso famose queste pizzette tanto da trasformare il locale in una meta desiderata dai turisti di tutto il mondo, che non possono passare da Roma senza assaggiare questa delizia. Un piccolo appunto: nonostante si tratti di cibo da strada, si deve prestare attenzione ai prezzi, gli ingredienti di primissima scelta e il nome dello chef hanno il loro peso.

00100 Pizza, quartiere Testaccio, indirizzo via Giovanni Branca, 88.  Stefano Callegari è un bravissimo chef dietro le quinte, conosciuto grazie al Trapizzino. Cos’è? Un triangolo di pizza bianca a forma di “tasca” farcito con ogni sorta di delizia: trippa, polpette al sugo, pollo alla cacciatora, coratella con i carciofi o le cipolle, piatti della cucina classica insomma. Nelle sue due versioni, normale e piccolo, consente di assaporare cibi che, in umido o al sugo, scivolano nella morbida mollica. Le pizze sono di grande qualità, gli assortimenti gustosi e particolari.

Zazà, nel centro storico, piazza Sant’Eustachio, definita una delle migliori pizze del centro storico, grazie alla lunga lievitazione che ne rende l’impasto particolarmente digeribile. Tranci sottili, tipico della pizza romana, ma ricchi di condimento.

Supplì

La celebre palla di riso condito con sugo e mozzarella filante è un vero e proprio simbolo del cibo da strada alla romana. La variante classica è stata affiancata da proposte più alternative, ma la ricetta originale è difficilissima da vincere.

Gastronomia Franchi, quartiere Prati, via Cola di Rienzo, 200, in questa storica gastronomia si trova di tutto, ma il supplì è il suo cavallo di battaglia. Le recensioni si alternano, differenziando tra il servizio ricevimenti e i locali nei quali mangiare, elogiando il primo e mostrando in qualche occasione delusione per i secondi, ma la cortesia del personale è sempre un vanto.

Re di Roma Pizza, quartiere San Giovanni, Piazza Re di Roma 19, questo supplì è amatissimo dal popolo online e offline, che giura di non aver mai mangiato palle di riso più saporite e ricche di condimento. Anche la pizza e i prodotti di rosticceria sono ottimi, ma qualcuno aggiunge che i prezzi siano un pò alti.

Kebab

Alì Babà, quartiere Tuscolano, via Carroceto 96, il locale presso l’ Arco di Travertino è entrato nel cuore dei giovani romani per gli orari estesissimi, i prezzi bassi, la varietà di condimenti e le porzioni generose. Le recensioni sono tutte tra le 4 e 5 stelle.

Kebab, quartiere Salario, via Augusto Valenziani 14, noto come “il kebabbaro di Via Valenziani” amato dal web e da quella fascia di clientela desiderosa di mangiare kebab in un ristorantino vero e proprio, qualche anno fa ha raggiunto le vette della notorietà cittadina. Tre spiedi per tre carni diverse, buono e leggero.

Panini

Mordi e Vai, quartiere Testaccio, via Beniamino Franklin, 12. I suoi panini privilegiano sapori e prodotti tipici della cucina romana, circa 4 euro a panino. Il vero street food romano, come lo definiscono le recensioni, a dei prezzi accessibili.

Romeo Chef & Baker, quartiere Prati, via Silla 26. Il panino per intenditori, con pane di qualità sopraffina e ingredienti di primissima scelta, creato da Cristina Bowerman in combutta con i Roscioli. Si può assaggiare qualcosa di creativo e costoso, ma anche rimanere sotto i tre euro.

Baccalà e Fritti:

Dar Filettaro, nel centro storico, Largo dei Librari 88, il piatto forte da strada di questo storico locale a due passi da Campo de Fiori è il baccalà fritto, ancora imbattuto.

FREEtto, quartiere Sallustiano, via Silvio Spaventa, 20, adatto a chi ama lo street food “fritto”. Questa è la sua specialità, si frigge di tutto: dai supplì cacio e pepe ai cavoli, dal baccalà alle polpettine di melanzane, passando per timballi, pollo, calamari e verdure di ogni tipo.

LASCIA UN COMMENTO