I Giochi della XVII Olimpiade si sono svolti a Roma dal 25 agosto all’11 settembre 1960: le prime Olimpiadi trasmesse in TV in tutta Europa.

La scelta di Roma come città ospitante delle Olimpiadi è stata presa dal Comitato Olimpico Internazionale (CIO). Le altre città candidate erano: Losanna, Detroit, Budapest, Bruxelles, Città del Messico e Tokyo.  È un’edizione importante per la storia dei Giochi in quanto per la prima volta le immagini delle gare vengono trasmesse in TV in tutta Europa. Roma si fa notare per le ambientazioni che sfruttano la storica bellezza della città: le Terme di Caracalla ospitano le gare di ginnastica, la basilica di Massenzio quelle di lotta, mentre la maratona prende il via dal Campidoglio e dopo aver percorso l’Appia Antica si chiude sotto l’Arco di Costantino.

L’Olimpiade di Roma segna un grande successo del torneo di pugilato che lancia nomi eccellenti, come Cassius Clay, un diciottenne del Kentucky che diverrà una delle figure leggendarie dello sport.

Berruti_roma60Un altro evento importante di queste Olimpiadi è la vittoria dell’atleta piemontese Livio Berruti nei 200 metri piani. Il velocista è il primo europeo nella storia delle Olimpiadi a spezzare il dominio dei nordamericani. Nelle semifinali Berruti batté l’inglese Redford e gli statunitensi neri Norton e Johnson, che erano all’epoca primatisti mondiali con il tempo di 20″5. In finale resistette con successo a ogni tentativo di rimonta. Quando Berruti terminò la competizione, oltre all’oro, stabilì anche il record di 20″5.

I russi, durante queste Olimpiadi, segnano il loro successo nella ginnastica, negli 80 ostacoli e nel peso. Anche gli americani non sono da meno. L’atleta Al Oerter vince l’oro come discobolo, mentre Glenn Davis come quattrocentista.

download

Nell’atletica si impone anche la saltatrice in alto rumena Iolanda Balas, una delle migliori interpreti di sempre nella specialità, l’australiano Herb Helliott, con il record del mondo sui 1500 metri, e l’ottocentista neozelandese Peter Snell.

Da allora Roma si candida nuovamente, ma senza successo, per ospitare i Giochi Olimpici del 2020. Dopo il tentativo abortito della candidatura per le Olimpiadi 2020, Roma torna alla carica per i Giochi del 2024. Al momento sono cinque le città che si sono ufficialmente proposte per ospitare la rassegna a cinque cerchi che farà seguito a quelle di Rio 2016 e Tokyo 2020: Parigi, Roma, Amburgo, Budapest e Boston.

 A cura di Linda Pacifico.

LASCIA UN COMMENTO