Pietrangelo Buttafuoco tra geopolitica, Islam e storia

0
2201
Pietrangelo Buttafuoco geopolitica

Pietrangelo Buttafuoco è il primo, nell’intimità della biblioteca Enzo Tortora, a parlare di geopolitica per il ciclo di conferenze organizzato dall’IsAG.

A Testaccio, dietro un cancelletto scrostato, c’è una piccola biblioteca. Non la si nota subito, si deve seguire per qualche metro un labirinto di vicoletti erbosi e, solo dopo aver percorso un po’ di strada, ci troviamo davanti al vistoso cartello rosso delle biblioteche di Roma.                                                                           Giovedì 26 novembre, nel precoce buio delle 17:00, la sala incontri della biblioteca Enzo Tortora ci offre un caldo riparo dal gelo. I posti a sedere esauriscono in fretta, sarà per il tema dell’incontro di oggi, sarà perché l’ospite è un illustre giornalista, o magari sarà perché nelle ultime settimana siamo tutti agitati dalla smania di sapere e di informarci.

Ad accoglierci in sala c’è Daniele Scalea, fondatore e Direttore scientifico dell’IsAG, l’Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie, ente nato nel luglio del 2010 e che ha come scopo quello di diffondere lo studio della geopolitica e stimolare in Italia un articolato dibattito sulla politica estera del paese. La biblioteca Enzo Tortora ospita in questo freddo pomeriggio di novembre il primo di una serie di incontri organizzati dall’istituto dal titolo “Dialoghi sulla geopolitica e oltre”.

L’ospite del primo incontro è Pietrangelo Buttafuoco, figura di punta del giornalismo italiano, autore di articoli e rubriche usciti su grandi testate quali Il Foglio, Il Fatto Quotidiano, Panorama e Repubblica. Esperto di Islam e geopolitica, ripropone in questa sede alcuni spunti tratti da uno dei suoi ultimi saggi “Il feroce Saracino. La guerra dell’Islam. Il califfato alle porti di Roma”, edito da Bompiani ed uscito la scorsa primavera, proprio all’indomani dell’attentato al giornale parigino Charlie Hebdo.

Pietrangelo Buttafuoco è il primo a parlare di geopolitica nel ciclo di conferenze organizzato dall'IsAG.Buttafuoco non parla di sé, non ci racconta della sua conversione all’Islam; si limita ad offrirci un’attenta e appassionata analisi della situazione geopolitica attuale: si parla di Isis, di Europa e Russia, ma anche di America Latina e Cina. Attraverso aneddoti ed esperienze personali, Buttafuoco sollecita l’Italia e l’Europa intera ad avere una maggiore consapevolezza della carta geografica e dei libri di storia, perché, per citare le parole esatte del giornalista << quello che sta accadendo oggi non è uno scontro tra due civiltà opposte, ma è un’unica grande catastrofe, ed è di tutti >>.

Pietrangelo Buttafuoco è il primo a parlare di geopolitica nel ciclo di conferenze organizzato dall'IsAG.Il pubblico risponde con entusiasmo e partecipazione alle parole del giornalista siciliano, alternando applausi emozionati a silenziosi momenti di riflessione. Partire dal piccolo di una biblioteca di quartiere per spaziare verso tematiche non solo italiane ma d’interesse mondiale. È questo lo spirito con cui il personale della biblioteca Enzo Tortora, rappresentato da Emanuele Merlino, ci accoglie e ci congeda, lasciandoci di nuovo percorrere quel labirinto di vicoletti erbosi, che adesso ci riconsegna alla città.

A cura di Margherita Romano.

LASCIA UN COMMENTO