Il 5 febbraio 1985 nasce a Funchal la leggenda del calcio: Cristiano Ronaldo. Una carriera ricca di gol, premi e riconoscimenti.

Cristiano Ronaldo dos Santos Aveiro questo il suo nome completo. Cristiano, si deve alla fede cattolica della madre Maria Dolores dos Santos Aveiro (cuoca), mentre il secondo nome, Ronaldo, è stato scelto in onore di Ronald Reagan, attore preferito del padre José Dinis Aveiro (giardiniere municipale), e allora Presidente degli Stati Uniti. Cristiano Ronaldo ha due sorelle maggiori, Liliana Catìa e Elma e un fratello maggiore, Hugo.

5 febbraio 1985 nasce cristiano ronaldo

Fece i primi passi nel calcio nel club dilettante della sua città natale chiamato Andorinha, quando aveva circa 8 anni. Un paio d’anni dopo passò al CD Nacional, una delle squadre più famose di Madeira, intorno al suo 10° compleanno, ma non restò lì per molto tempo e l’anno seguente (1996), Ronaldo fu persuaso a raggiungere lo Sporting Lisbona, uno dei più grandi club in Portogallo.

È ormai chiaro che il 1996 sia stato un anno di svolta nella vita di Cristiano Ronaldo. Raggiungendo lo Sporting CP, Ronaldo ha dovuto lasciare la sua famiglia a Madeira e imparare a vivere da solo. Viaggiò con la squadra giovanile nei primi anni e debuttò in prima squadra nel 2002 quando aveva 16 anni, contro il Moreirense nella Prima Divisione Portoghese. In quella partita fece una doppietta e immediatamente attirò le attenzioni di tutti. In seguito fece il suo debutto europeo nei preliminari di Champions League contro l’Inter.

A 17 anni, Cristiano Ronaldo iniziò realmente ad attrarre molta attenzione da ogni parte del mondo, le sue splendide prestazioni nella squadra giovanile del Portogallo nel Campionato Europeo Under 17, fecero di lui una delle stelle più promettenti del momento e nell’estate del 2003 il Manchester United acquistò Ronaldo. Il momento che senza dubbio convinse un top club ad acquistarlo fu un’amichevole estiva nel 2003 tra lo Sporting e il Manchester United nell’ inaugurazione dello stadio “Josè de Avelade” a Lisbona. La squadra portoghese sconfisse i Red Devils per 3-1 e i giocatori dello United si dissero sbalorditi dall’abilità tecnica come dall’alto potenziale di Cristiano Ronaldo.

5 febbraio 1985 nasce Cristiano Ronaldo

L’avventura di Cristiano Ronaldo in Inghilterra iniziò con un memorabile debutto nel Manchester United, entrò come sostituto contro il Bolton e giocò circa mezz’ora. Quei 30 minuti sono probabilmente ancora nella memoria di molti tifosi de Manchester, infatti sbalordì tutti nello stadio e impressionò i tradizionali e rigidi media inglesi con i suoi fantastici dribbling e corse lungo la fascia. Ronaldo segnò il suo primo gol nel Manchester United con una punizione ad effetto nella vittoria per 3-0 contro il Porthsmouth, nel Novembre del 2003. Nonostante le promesse iniziali, le sue prime due stagioni nel Manchester ricevettero varie critiche. Elogiato per la sua tecnica e le sue abilità, ma spesso criticato per la mancanza di coerenza e per le decisioni sbagliate che prendeva sul campo, le quali sembravano essere una cosa naturale all’età di 17/18 anni.

Nel 2005 il padre, Josè Dinis Aveiro, morì per una malattia al fegato dovuta all’alcolismo. Ronaldo aveva 20 anni e quello fu uno dei momenti più difficili della sua vita.

Per quanto riguarda la Nazionale Portoghese, Cristiano Ronaldo debuttò nella squadra maggiore poche settimane dopo aver firmato per il Manchester United, in un match contro il Kazakhistan nell’Agosto del 2003. Il primo grande torneo a cui ha preso parte è stato Euro 2004, svoltosi in Portogallo e Ronaldo riuscì a portare la sua squadra in finale dove però perse contro la Grecia. Le foto di Cristiano Ronaldo in lacrime dopo il match erano lo specchio dell’anima del Portogallo, quella sera e quelle immagini si diffusero in tutto il mondo. Un paio di anni dopo, nel Mondiale del 2006 giocato in Germania, Ronaldo fu coinvolto in una grande polemica, dopo aver presumibilmente fatto pressione e influenzato l’arbitro a espellere il suo compagno di squadra al Manchester e attaccante dell’Inghilterra Wayne Rooney, nei quarti di finale tra Inghilterra e Portogallo. Cristiano Ronaldo finì per essere usato come capro espiatorio per la sconfitta dell’Inghilterra nella Coppa del Mondo e l’odio verso di lui poteva essere visto la stagione successiva in ogni stadio in cui dovevano giocare i Red Devils. I tifosi inglesi mostrarono quanto fossero stati sconvolti per l’eliminazione dal Mondiale e iniziarono a insultare e fischiare Cristiano Ronaldo in ogni partita fuori dall’Old Trafford. Quella situazione fece pensare Cristiano di lasciare l’Inghilterra e il Manchester United. Tuttavia, Sir Alex Ferguson riuscì a convincerlo a rimanere, e contro ogni pronostico, Cristiano Ronaldo sorprese tutti con una grande stagione in Premier League.

Nel 2007 vinse il premio come miglior giocatore della Premier League e anche il premio “miglior calciatore giovane dell’anno” e fu votato “calciatore dell’anno” dalla Football Writers Association. Quello stesso anno e per la prima volta, Ronaldo fu anche uno dei 3 finalisti del FIFA World Player e del “calciatore europeo dell’anno”. Cristiano Ronaldo continuò nella sua eccezionale forma nella stagione 2007-2008, e segnò 42 gol in tutte le competizioni (31 nella Premier League Inglese) cosa che gli permise di essere votato ancora “miglior calciatore della Premier League” e “calciatore dell’anno” dalla Football Writers Association. Col migliorare delle sue prestazioni, permise al Manchester United di vincere due titoli in quella stagione, la Premier League e anche la Champions League nella quale Ronaldo segnò un gol in finale con uno splendido colpo di testa.

Il 2008 fu senza dubbio un anno di gloria al Manchester United e dopo aver vinto la Champions League, Ronaldo vinse il Pallone d’Oro e fu nominato “FIFA World Player dell’Anno (2008)” e “Calciatore Europeo dell’Anno (2008)”. Nella stagione 2008-2009, Cristiano Ronaldo segnò altri 26 gol, aiutando il Manchester a vincere un altro campionato e a raggiungere ancora una volta la finale di Champions, nella quale perse contro il Barcellona per 0-2.

Nel 2009, Cristiano Ronaldo siglò un altro record diventando il calciatore più costoso del mondo, dopo essere passato dal Manchester United al Real Madrid in un trasferimento da 80 milioni di sterline (circa 94 milioni di euro e 132 milioni di dollari americani). Quello fu un momento storico e più di 80.000 tifosi gli diedero il benvenuto durante la sua presentazione ufficiale allo stadio Santiago Bernabeu. La carriera di Ronaldo al Real Madrid iniziò bene, grazie ai molti gol segnati nelle prime partite, e venne fermato solo dal suo primo infortunio nell’ottobre del 2009. Recuperò la sua forma pochi mesi dopo e ancora riuscì a segnare 33 gol nella prima stagione giocata nel Real Madrid, gol che sfortunatamente non furono abbastanza da permettere al club di vincere un trofeo nella stagione 2009-2010.

5 febbraio 1985 nasce Cristiano Ronaldo

Per quanto concerne la Nazionale Portoghese, Cristiano Ronaldo capitanò il Portogallo al Mondiale del 2010 giocato in Sud Africa, ma i “Lusitani” vennero eliminati agli ottavi di finale, contro i futuri campioni del mondo della Spagna, venendo sconfitti per 1-0.

Il 3 luglio 2010, annunciò sulla sua pagina Facebook, di essere diventato padre. L’informazione destò stupore tra i suoi fan, c’è ancora oggi un mistero su chi fosse la madre del figlio di Cristiano Ronaldo, che chiese la privacy e chiamò suo figlio con il suo stesso nome, Cristiano Ronaldo Junior. Il bambino è ancora sotto la piena custodia di Ronaldo, che viene aiutato da sua madre e dalle sue sorelle.

Nella stagione 2010-2011, Cristiano Ronaldo fece delle strabilianti prestazioni personali, battendo diversi record di tutti i tempi, non solo del Real Madrid ma anche della Liga Spagnola. Segnò 41 gol nella Liga, battendo il precedente record di 38 appartenuto a Hugo Sanchez e Telmo Zarra. Segnò un totale di 54 gol e ancora una volta vinse la Scarpa d’Oro, battendo Lionel Messi che finì la stagione con 53 gol. Ad ogni modo non tutto fu perfetto, infatti il Real Madrid vinse solo la Coppa del Re e fallì la conquista della Liga e della Champions League.

Oggi capitano della Nazionale Portoghese e attaccante del Real Madrid conta tre Palloni d’oro e numerosi altri premi.

5 febbraio 1985 nasce Cristiano Ronaldo

LASCIA UN COMMENTO