“FuturParoLibere + Daniele Lombardi” in mostra a Roma

0
1364
futurparolibere

“FuturParoLibere + Daniele Lombardi”  è la mostra ospitata negli spazi de Il Margutta Vegetarian Food & Art,a Roma, un omaggio al lungo e variegato percorso del compositore, pianista e artista visivo, tra i maggiori interpreti di musica futurista.

Inaugurata il 3 marzo, l’esposizione, curata da Francesca Barbi Marinetti, propone una selezione delle principali opere del maestro fiorentino dagli anni ’70 fino al 2004, affiancate per la prima volta da tavole parolibere dell’avanguardia storica di Marinetti, Depero, Masnata, Bot, Steiner, Cangiullo, Schulhoff, oltre alle sintesi grafiche originali realizzate da Benedetta Cappa Marinetti per il suo racconto di formazione, a sfondo autobiografico, ‘Le forze umane’ , e manifesti futuristi.

Rendere la trasversalità dei suoi lavori, trasformare le partiture musicali in colore attraverso un lavoro di ricerca figurativa, – spiega Barbi Marinettiè la chiave di lettura univoca in grado di restituire il dinamismo boccioniano che lega indissolubilmente la musica con le opere; è evidente, d’altra parte, l’allineamento concettuale tra la ricerca di Marinetti e dei futuristi e la realizzazione sul piano visivo del “fatto sonoro” di Daniele Lombardi”.

Un’assimilazione con le tavole parolibere che, non contenendo più la successione narrativa, ma la poliespressione simultanea del mondo, rappresentano l’immaginazione senza fili di Filippo Tommaso Marinetti, un interregno dove tutto può accadere. Qui movimenti e sinestesia diventano concetti fondamentali.

Le parole in libertà (futurparolibere) sono un nuovo modo di concepire l’universo, visto come somma di forze in moto che s’intersecano e vengono simultaneamente rese con tutti i mezzi espressivi a disposizione: è il nuovo stile liberato da tutti i fronzoli e paludamenti classici, capace di esprimere integralmente l’anima dei pittori futuristi che, proprio in quegli anni, mettevano a punto una sintesi tra memoria e percezione.

Dalla serie Per Voce e In-Intr-a, accanto a lavori più recenti come le cinque tavole di Divina.com, queste ultime nate dall’idea di un’installazione sulle 34 lapidi dantesche a Firenze con un allestimento video site specific teso a restituire l’attenzione al luogo attraverso il rapporto tra poesia e realtà, la produzione di Lombardi è il risultato di un lavoro di sintesi che parte dalle sperimentazioni delle avanguardie storiche e passa da numerosissime esperienze di compositori, poeti e artisti che hanno attraversato il Novecento.

Vettore catalizzatore è la composizione musicale e vocale affidata  alla straordinaria interpretazione di David Moss, interprete prediletto da compositori come Heiner Göbbels o direttori come Simon Rattle. Porte aperte alle contaminazioni artistiche, dunque, ma sempre all’insegna di una visione pittorica nella quale ritmiche e armonie prendono forma tangibile.

“L’allestimento, nonostante il suo grande valore artistico e culturale – ha sottolineato la padrona di casa Tina Vannini – in realtà non punta sull’impatto emotivo, ma propone un’esperienza di conoscenza e condivisione, in un percorso di riflessione e scoperta che è la dimensione stessa dell’opera d’arte”.

L’esposizione “FuturParoLibere + Daniele Lombardi”  sarà visitabile gratuitamente fino al 30 aprile.

LASCIA UN COMMENTO